Roma-Bologna 2-3: Olimpico stregato per i giallorossi

L'anticipo del venerdì ci consegna un Bologna in formato Europa League. Quella di stasera per la squadra di Mihajlovic è stata la terza vittoria consecutiva in Serie A, grazie alla quale i rossoblù sono momentaneamente saliti al sesto posto della classifica -6 dal quarto posto occupato proprio dalla Roma oltreché dall'Atalanta.

Il nuovo stop patito dai giallorossi farà sicuramente piacere anche a due grandi del nostro calcio come Milan e Napoli, che sembravano tagliate fuori dalla lotta per un posto in Champions già prima di Natale. Il risultato di stasera farà però forse ancora più piacere all'Atalanta di Gasperini che domani pomeriggio avrà la chance di staccare di 3 punti la Roma in vista proprio dello scontro diretto della prossima settimana.

Quella di stasera è stata la quarta sconfitta interna per la squadra di Fonseca, che in questa stagione non sembra proprio in grado di approfittare del fattore campo: sul prato dell'Olimpico ha addirittura conquistato meno punti rispetto a quelli ottenuti in trasferta. In generale il 2020 della Roma sta diventando un vero incubo per i suoi tifosi, che hanno visto vincere la loro squadra solo in due occasioni: in Coppa Italia contro il Parma e in campionato al Marassi contro il Genoa. Per il resto sono arrivate 5 sconfitte ed un pareggio nel derby contro la Lazio.

La sconfitta maturata stasera contro il Bologna è stata sicuramente meritata. I felsinei sono passati in vantaggio al 16esimo con Orsolini per poi regalare l'1-1 al 22esimo con una goffa autorete di Denswil. Il primo tempo si è comunque chiuso con gli ospiti in vantaggio grazie al gol del 2-1 dell'ex atalantino Barrow, che ha beffato Pau Lopez con un tiro a giro deviato in modo determinante da Santon.

Al 51esimo sempre Barrow ha trovato anche la rete del 3-1 dopo una fuga palla al piede e un dribbling secco in area di rigore sull'ex compagno di squadra Mancini. Il gol della tranquillità ha indotto il Bologna a cambiare atteggiamento; i rossoblù si sono abbassati a protezione della propria porta, lasciando campo alla Roma che è però riuscita solo a trovare il gol del definitivo 2-3 con Mkhitaryan al 72esimo minuto.

  • shares
  • Mail