Alessandro Antonello ha parlato del progetto per la costruzione del nuovo San Siro da parte di Inter e Milan

Nel corso dell’evento MilanoParigiCapitali, evento organizzato da Milano Finanza, l’amministratore delegato area corporale dell’Inter Alessandro Antonello è tornato a parlare del progetto del nuovo San Siro.

LE PAROLE– «Il confronto con la Francia è complicato, perché la Francia ha potuto beneficiare di un evento sportivo come gli Europei 2016. L’Italia si sta candidando per gli Europei 2032, è un po’ lontano nel tempo ma intanto ci stiamo organizzando. Diciamo che anche in Italia si sta lavorando in questa direzione, vista l’età media degli stadi è necessario un intervento. Inter e Milan da tre anni hanno presentato un master plan, in fase di discussione. In queste ore abbiamo ridepositato il piano di fattibilità tecnica ed economica al comune di Milano, che ha dato seguito alle indicazioni che l’amministrazione ci aveva dato. Non è solo uno stadio ma un distretto dell’entertainment, di cui far beneficiare la città di Milano. Deve essere un progetto ecosostenibile, ma ripeto il dato fondamentale è che, in assenza di infrastrutture, difficilmente club come Inter o Milan, ma in generale il sistema italiano, possono tornare a competere ad alti livelli internazionali. Lo stadio dà ricavi addizionali, che potrebbero essere reinvestiti per rinforzare la rosa e competere ad alto livello in Europa».

L’articolo Nuovo San Siro, Antonello: «Senza infrastrutture non si compete a livello internazionale» proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 15-09-2022


Nuovo stadio, Antonello: «Inter e Milan non possono competere senza»

Griezmann: l’Atletico Madrid rifiuta una nuova offerta