Marchisio allo scoperto: vuole restare alla Juve

Uno dei veri casi dell'estate non è ancora virtualmente risolto, eppure non se ne parla praticamente più da 15 giorni. Brava la Juve, quindi, a tener basso il profilo tarpando le ali anche alle cronache giornalistiche d'assalto: Claudio Marchisio arriva dunque in quel di Vinovo da bianconero a 48 ore dalla partenza per gli Stati Uniti con relativa tournée di grande blasone.

Il centrocampista torinese ha avuto ulteriori chiarimenti diretti (telefonici) con Marotta e Conte, ribadendo l'intenzione di non avere alcuna esitazione nel rimanere a Torino anche a fronte dei 4,5 milioni annui proposti dal Monaco di Ranieri che 10 giorni fa era arrivato in corso Galileo Ferraris con un terzo rilancio da 30 milioni.

A questo punto la Juve è difficile che andrà incontro a ripensamenti, dopo oltretutto che Giaccherini a sorpresa ha trovato la destinazione estera che gli è valso il contratto della vita. Conte non vuol più sentir parlare di Marchisio in partenza, e dunque la liquidità per arrivare ancora a un esterno (offensivo) e forse ancora a un big davanti deve necessariamente arrivare dal tandem Vucinic - Quagliarella (stima complessiva che oscilla tra i 25 e i 28 milioni), uno tra Isla e De Ceglie più, se arriva il Real Madrid, 8 milioni per Andrea Pirlo.

Insomma, 40 milioni che sono più di un Marchisio (o di un Vidal con il Bayern e non solo che offrirono 35 milioni ai bianconeri).

Per fare Kolarov, deve uscire Vucinic. Per fare Zuniga, bisogna andare a discutere con De Laurentiis in preda all'euforia, per fare uno tra Coentrao e Di Maria potrebbe bastare una vigorosa stretta di mano che accontenti Ancelotti, cioè solo e soltanto portandogli il suo pupillo per eccellenza...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail