E’ morto Marcello Giannini, corrispondente da Firenze di 90° minuto

Ci lascia un altro giornalista della storica trasmissione

di antonio

Se n’è andato un altro protagonista di un giornalismo sportivo che ha appassionato gli italiani per almeno due decenni. E’ morto a Firenze, dove era nato il 5 maggio 1927, Marcello Giannini. Era uno dei volti di 90° minuto, la voce dalla Toscana. Corrispondente da Firenze e qualche volta da Milano, da Brescia e da Como, ha legato la sua carriera giornalistica soprattutto alla squadra viola per la quale descrisse la stagione dello scudetto nel 1969. Giannini non si è occupato solo di sport: in radio e in tv, ha raccontato la drammatica alluvione di Firenze del 4 novembre 1966. Per descrivere meglio la portata della catastrofe aprì la finestra e mise il microfono vicino all’acqua in modo tale da poter fare ascoltare il rumore della corrente ai radioascoltatori e ai telespettatori.

Lo scrittore Vasco Pratolini scrisse che era riuscito a elevare a dignità di notizia il rumore. Il lavoro svolto durante l’inondazione gli valsero molti riconoscimenti, tra i quali il premio Cuore d’oro 1966, assegnatoli dal comune di Firenze con una cerimonia pubblica a Palazzo Vecchio. Lo ricorda così Erasmo D’Angelis, capo struttura di missione del Governo contro il dissesto idrogeologico: “Marcello Giannini è stato non solo il cronista della tragedia, ma protagonista della denuncia dei clamorosi ritardi della stessa Rai e dell’abbandono dello Stato per almeno tre giorni”.

Giannini era laureato in sociologia della comunicazione e fu assunto dalla Rai di Firenze nel 1950. Collaborava a stretto contatto con Omero Cambi, il primo caporedattore della redazione toscana, e dopo la sua scomparsa lo sostituì. Era il marzo 1965, anno in cui il suo nome e cognome cominciò a diventare popolare. Giannini era in pensione dal 1992. E’ stato anche scrittore di libri e radiodrammi. Eletto come indipendente nelle liste della Dc, e nelle organizzazioni professionali dei giornalisti, non ha disdegnato l’impegno politico. I funerali si terranno lunedì a Firenze.