Inter-Paok Salonicco 0-0 | Highlights amichevole | Video

Inter-Paok Salonicco 0-0 VIDEO: poche emozioni al Toumba Stadium, greci pericolosi nel primo tempo, nella ripresa nessun rischio per i nerazzurri

Inter-Paok Salonicco 0-0. Al Toumba Stadium di Salonicco va in scena una di quelle gare che sicuramente non saranno ricordate tra le migliori prestazioni del calcio d’agosto. L’Inter pensa principalmente ad uscire dal campo con tutti gli effettivi integri e complice anche il caldo non riesce a proporre neanche un’azione pericolosa degna di nota. Walter Mazzarri, dopo la gara persa in Germania contro l’Eintracht di Francoforte, schiera in campo una formazione iper-difensiva: davanti ad Handanovic, in difesa vengono schierati Ranocchia, Vidic e Juan Jesus, a centrocampo M’Vila è il perno centrale, supportato da Jonathan – nell’insolito ruolo di mezzala – ed Hernanes; sulle fasce Nagatomo e D’Ambrosio fanno i pendolini, mentre Kovacic è il supporto dell’unica punta Icardi.

I ritmi sono sin da subito blandi, ma nessuno tira indietro la gamba: si vedono in campo diversi scontri maschi, qualcuno un po’ cattivello, ma nessuno perde mai la testa. I greci reclamano un calcio di rigore al 21’ per un fallo di D’ambrosio: la spinta c’è, ma è troppo leggera per giustificare un penalty. Al 32’, subito dopo il timeout, la prima vera occasione della gara, con il Paok che approfitta di un errore di M’Vila per ripartire in contropiede con Salpingidis: Handanovic c’è e respinge il diagonale dell’esperto attaccante. Al 38’ il primo tiro dell’Inter: Hernanes ci prova da distanza quasi siderale e il portiere avversario non ha alcuna difficoltà a bloccare. Il primo tempo finisce senza altre emozioni.

Nella ripresa il canovaccio non cambia, anche se l’Inter soffre meno e gestisce meglio il possesso palla. Tra le fila dell’Inter si vede Osvaldo, che debutta in nerazzurro al minuto 56 e sarà protagonista di un solo spunto degno di nota. Al 58’ Kovacic reclama timidamente un calcio di rigore: il fantasista finisce a terra dopo un contatto di spalla, il penalty non ci sta. Inizia una girandola infinita di cambi che porta soprattutto il tecnico del Paok a rivoluzionare la squadra. La gara si manterrà comunque su ritmi molto bassi, consentendo ai palleggiatori dell’Inter di controllare comodamente la gara. Alla fine va bene tutto a Mazzarri: si è parzialmente riscattata la sconfitta rimediata in Germania, non ha preso gol ed ha riportato a casa tutti i giocatori sani e salvi.

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →