Gaffe Manchester United: sbagliato il nome di Falcao sulla divisa

Tifoso acquista la maglia del colombiano Manchester United sul sito ufficiale, ma quando la riceve nota il macroscopico errore di battitura. I precedenti

Non ne va una per il verso giusto al Manchester United di quest’anno. Nonostante le spese folli del mercato estivo, l’inizio di stagione per i Red Devils con il nuovo manager Louis Van Gaal è stato da incubo. In campionato lo United ha rimediato una sconfitta e due pareggi, mentre in Coppa di Lega c’è stata l’eliminazione al primo turno per mano di una squadra di terza serie. Ora toccherà soprattutto ai nuovi innesti, Falcao, Di Maria, Herrera, Shaw e Blind, risollevare le sorti di un club così blasonato che dallo scorso anno è entrato in un tunnel del quale ancora non si intravede l’uscita.

Fatto fuori il manager David Moyes, la dirigenza del Manchester United ha affidato la panchina al “mago” olandese, dandogli sostanzialmente risorse illimitate per il mercato. Sono stati spesi circa 200 milioni di euro, ma aldilà dei propri demeriti e dei meriti degli avversari, sembra che i Red Devils abbiano ingaggiato un faccia a faccia con la sorte, che non gira da tempo a loro favore. Di recente l’Old Trafford è stato letteralmente invaso da una specie di parassiti che ha messo a rischio la tenuta del manto erboso, ma pare che anche il reparto marketing abbia qualche grattacapo in più rispetto al passato.

A segnalare un episodio singolare è un tifoso che ha acquistato una maglia ufficiale di Falcao tramite il sito dei Red Devils: una volta ricevuto il pacco a domicilio, però, il sostenitore ha scoperto un clamoroso errore di battitura nel nome “Flacao”, postando subito la foto sul suo profilo Twitter. Chiaramente, potrà richiederne la sostituzione, ma pare che il ragazzo sia orientato a tenerla, trattandosi di un pezzo unico nel genere. Non è comunque la prima volta che il Manchester incappa in questo tipo di errori: negli anni passati, vari giocatori, come Anderson, Beckham, Solskjaer e Kuszczak sono stati costretti a scendere in campo con la casacca del Manchester con impresso un cognome storpiato.

BxGIwF4IEAATdiK