Celtic-Inter 3-3 | Telecronaca di Tramontana e Recalcati, radiocronaca Rai, interviste e statistiche – Video

Il pareggio dei nerazzurri commentato in diretta

di antonio

L’Inter resta fedele al suo adagio di squadra pazza e torna da Glasgow con un pareggio rocambolesco. Molti rimpianti per la formazione di Roberto Mancini che in vantaggio di due reti non è riuscita a gesti il risultato, prima di tornare nuovamente avanti a fine primo tempo. Inutilmente perché all’ultimo minuto Guidetti ha regalato il pareggio al Celtic. Restano i tre gol segnati in trasferta che sono un bottino considerevole e la consapevolezza di una superiorità abbastanza marcate nei confronti degli scozzesi. Ma i nerazzurri dovranno risolvere al più presto i problemi difensivi per poter puntare in alto in questa Europa League.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Numeri e curiosità – Salgono a quattro i precedenti tra Celtic e Inter: tre in Coppa Campioni e uno in Europa League. Scozzesi imbattuti in queste gare (1V, 3N). Il Celtic s’impose nella finale dell’edizione 1966/67 ma dovette arrendersi, dopo due 0-0 e i calci di rigore, nelle semifinali del 1971/72. L’Inter ha vinto cinque dei 12 precedenti contro una squadra scozzese, inclusi i due in Coppa delle Fiere. I nerazzurri vanno a segno da cinque partite di fila contro un’avversaria scozzese. I nerazzurri avevano la miglior difesa di questa Europa League prima di questa partita. Sale a quattordici, invece, il conto dei gol incassati dal Celtic.

Le parole di Deila, tecnico del Celtic, a fine partita:

“Mai vista una partita così, una partita incredibile in un’atmosfera incredibile. I miei uomini sono stati coraggiosi dopo lo 0-2, sono contento anche se avrei preferito una vittoria in vista del match di ritorno. Ci vorrà molta fortuna a ‘San Siro’, ma nulla è impossibile: dovremo segnare senza subire alcun gol. L’Inter è una grande squadra ma è all’inizio di un nuovo percorso, hanno comunque attaccato con tanto coraggio e creato occasioni pericolose, e i loro difensori hanno contribuito agli attacchi della squadra. Gordon? Non commento, senza le sue parate non saremmo qui. Guidetti si è allenato molto bene e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”.

Le impressioni di Mancini:

“Con queste squadre, in questi campi, sei stai dietro prima o poi il gol lo prendi. La sensazione è che il primo tempo lo abbiamo iniziato benissimo, ma abbiamo pensato che la partita fosse già finita: è un atteggiamento sbagliato, anche in questo dobbiamo crescere. Per come si era messa dobbiamo avere dei rimpianti, ma un 3-3 a Glasgow non è male. Gli errori li facciamo e continueremo a farli, ma siamo venuti qui a fare la partita e questo è positivo. L’assenza di Brozovic? Kuzmanovic al suo posto ha fatto bene, anche se alla fine ha sentito un po’ la fatica. Il problema è che ci siamo abbassati troppo con la difesa e non è che se stai più vicino alla tua porta difendi meglio, tutt’altro. Per Kovacic nessuna bocciatura”.

Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League


Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League
Celtic-Inter 3-3 | Foto Europa League

CELTIC-INTER 3-3 | Tabellino

Primo tempo 2-3
MARCATORI 4′ pt Shaqiri, 13′ pt e 45′ pt Palacio, 24′ pt Armstrong, 25′ pt Campagnaro (A), 48′ st Guidetti Recupero

CELTIC (4-2-3-1): Gordon; Matthews (36′ st Ambrose), Denayer, Van Dijk, Izaguirre; Brown, Briton; Mackay-Steven, Johansen, Armstrong (30′ st HendersoN); Griffiths (30′ st Guidetti). Panchina: Zaluska, Scepovic, Wakaso, McGregor. All. Ronny Delia

INTER (4-3-2-1): Carrizo; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Santon; Guarin, Medel, Kuzmanovic (34′ st Dodò); Shaqiri, Palacio; Icardi (30′ st Kovacic. Panchina: Handanovic, Vidic, Obi, Puscas, Hernanes. All. Roberto Mancini

ARBITRO Istvan Vad
AMMONITI 37′ pt Shaqiri, 21′ st Santon, 25′ st Van Dijk, 35′ st Campagnaro, 42′ st Johansen, 45′ st Henderson per gioco non regolamentare

Ultime notizie su Europa League

Tutto su Europa League →