Coronavirus, il ministro Spadafora: "Sì a match a porte chiuse in sei regioni"

Il governo pronto ad accogliere la richiesta della FIGC.

Aggiornamento ore 21:45 - Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, nel corso di un'intervista rilasciata al Tg2, ha annunciato:

"Abbiamo deciso di vietare le manifestazioni sportive, oltre che in Lombardia, Veneto e Piemonte, anche in Friuli-Venezia Giulia, Liguria ed Emilia Romagna. Il divieto vale fino a domenica prossima, 1 marzo. Venendo incontro alle richieste arrivate dal mondo dello sport e fermo restando il divieto di manifestazioni sportive a porte aperte per sei regioni del Nord Italia, abbiamo comunque acconsentito allo svolgimento di gare a porte chiuse. Non abbiamo ritenuto di dover estendere il provvedimento al resto d'Italia perché, come ci ha spiegato la comunità scientifica, in questo momento c'è una zona di focolai che abbiamo limitato, mentre per il resto d'Italia non esistono condizioni per creare allarmismo e prendere misure altrettanto gravi"

Quindi, anche se manca ancora l'ufficialità, molto probabilmente saranno disputate a porte chiuse Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia, Sampdoria-Verona e Juventus-Inter.

Coronavirus, la richiesta della FIGC: Serie A porte chiuse

L'emergenza coronavirus ha condizionato l'ultima giornata di campionato, inducendo il Governo ad imporre il rinvio di 4 partite in programma tra Piemonte, Lombardia e Veneto proprio allo scopo di contenere i rischi. Ieri il Premier Conte ha ipotizzato il rinvio di tutte le partite della prossima giornata di campionato, tra le quali spicca Juventus-Inter, ma alla FIGC e alla Lega di A sanno benissimo che questa non sarebbe una buona idea perché il calendario è intasato e all'orizzonte ci sono anche gli europei.

FIGC e Lega di Serie A hanno dunque deciso di inviare al Governo la richiesta di giocare campionato e Coppa Italia a porte chiuse fino a quando sarà necessario; fare una previsione in tal senso è al momento sicuramente prematuro. Per ora si potrebbe anche decidere di far giocare a porte chiuse solo le partite nelle regioni focolaio e in quelle vicine, un'idea questa che sembra convincere Palazzo Chigi stando alle notizie che filtrano.

  • shares
  • Mail