Marotta: "Conte molto arrabbiato, Lautaro involuto"

marotta conte inter

Beppe Marotta, amministratore delegato dell’area sport Inter, ha parlato all’indomani della cocente sconfitta rimediata in casa contro il Bologna. Avanti di un gol e con gli avversari ridotti in 10, i nerazzurri hanno sbagliato un calcio di rigore, facendosi poi rimontare e superare nel finale. "Rimane la grande amarezza, la grande delusione per non aver ottenuto tre punti anche alla luce di quella che è stata un'ottima prestazione nella parte iniziale della gara soprattutto per gli episodi, vedi il rigore che avrebbe potuto portarci sul 2-0", spiega l’ex dirigente della Juventus.

Si è parlato tanto del concitato post-partita di San siro, con lo stesso Marotta che si sarebbe chiuso con la squadra nello spogliatoio per un periodo di tempo abbastanza prolungato. Un momento chiarificatore di cui Conte ha dato qualche indizio nell’intervista post partita. Lo stesso allenatore pensava che il progetto della nuova Inter fosse in fase più avanzata, invece… "Nel dopo partita ci siamo fermati tutti noi dirigenti con Conte per fare una disamina del momento - conferma il dirigente del club milanese - ma soprattutto per esprimere la nostra amarezza, il nostro sconforto, il disappunto per una vittoria che poteva essere alla portata. Conte è molto arrabbiato. La sua critica serve a ottenere di più da tutti".

Marotta: "Lautaro momento involutivo"

Quella solidità che l’Inter aveva avuto nella prima parte di stagione ha probabilmente dato una dimensione sbagliata della squadra, che a livello di risultati non sta facendo molto meglio della passata stagione. In mezzo, però, ci sono spese per oltre 160 milioni sul mercato e l’arrivo di un allenatore che percepisce uno stipendio da 11 milioni più ricchi premi. Possibile che anche le voci di mercato stiano influnedo sulle prestazioni di chi, come Lautaro Martinez, inizialmente era stato decisivo: "Può essere in un momento involutivo per tutte le voci che lo circondano. Deve ritrovare serenità", conferma Marotta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail