Serie A, 34a giornata: la Juventus soffre, ma batte la Lazio 2-1. Scudetto a un soffio

I bianconeri sono a +8 dall’Inter quando mancano solo quattro giornate al termine.

La Juventus ha compiuto questa sera il passo decisivo verso il suo nono scudetto consecutivo. I bianconeri ora hanno un vantaggio di 8 punti sulla seconda, che è l’Inter in solitaria, a sole quattro giornate dalla fine e presto potrà festeggiare l’ennesimo Tricolore. Questa sera ha sofferto contro la Lazio, ma è riuscita a portare a casa la vittoria per 2-1, firmata da Cristiano Ronaldo, autore di una doppietta, ma con un ruolo determinante da riconoscere a Dybala. I biancocelesti restano al quarto posto, a 3 punti dall’Inter e 2 dall’Atalanta.

Maurizio Sarri avrebbe preferito mandare in campo Gonzalo Higuain questa sera, ma l’argentino si è fatto male durante il riscaldamento e così il tecnico ha optato per Dybala accanto a Ronaldo e Douglas Costa. Nel 4-3-3 bianconero, difesa con de Ligt e Bonucci al centro, Cuadrado e Alex Sandro esteri e a centrocampo Ramsey, Betancur e Rabiot. Simone Inzaghi ha risposto con il sul 3-5-2 con Bastos, Luis Felipe e Acerbi in difesa, Lazzari e Anderson esterni di centrocampo, Milinkovic-Savic, Cataldi e parole al centro e Immobile e Caceido in attacco.

Il primo tempo è finito 0-0 ed entrambe le squadre hanno colpito un palo: Alex Sandro per la Juve all’11’ con un colpo di testa su assist di de Ligt sugli sviluppi di un calcio di punizione; Immobile al 44′ con un destro da fuori area. Nella ripresa, subito al via la Juve ha avuto una ghiotta occasione grazie a un’azione di Dybala, che si è fatto valere in area, ha tirato e Strakosha ha parato ma non ha trattenuto, solo che Ronaldo non è riuscito a ribattere in rete. Al 50′ un fallo di mano di Bastos su un sinistro di Ronaldo ha permesso alla Juventus di usufruire di un calcio di rigore trasformato dallo stesso CR7. Pochi minuti dopo, al 54′, è arrivato il raddoppio sempre firmato dal portoghese su assist di Dybala che ha approfittato di un errore di Luiz Felipe per recuperare la palla. All’82’ altro rigore, ma questa volta per la Lazio dopo che Bonucci ha steso Immobile in area e lo stesso Immobile ha trasformato il penalty in gol. Ma la Lazio non è riuscita a trovare il pareggio e così la Juventus ha chiuso il match 2-1.

I Video di Blogo