L’ex portiere del Milan Gianluigi Donnarumma nel corso della lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport ha parlato anche del dualismo con Keylor Navas e della nazionale italiana. “Qui le cose vanno per il meglio e tutti mi hanno accolto alla grande sin dall’inizio. Mi sono ambientato e adesso mi sento a casa, anche se inizialmente non è stato tutto semplice. Mi serviva un’esperienza nuova e sento che ho fatto la scelta giusta. Credo che il Psg sia sempre stato nel mio destino, il club mi seguiva da anni e doveva andare così. Il ballottaggio con Navas? Venendo qui sapevo che sarebbe stato così. Non so cosa ne pensi lui, ma a me questa cosa sta bene perché comunque tutti mi fanno sempre sentire importante. Non è vero che con Keylor ci sono scintille, con lui ho un ottimo rapporto e per me non c’è alcun problema”.

Italia-Olanda fotogallery

“Vincere gli Europei è stato il momento più intenso, il coronamento di un sogno. Qualcosa di speciale, abbiamo fatto un capolavoro grazie al lavoro di Mancini, dello staff e di tutto il gruppo della Nazionale. Ogni sera prima di andare a letto ci ripenso e mi vengono i brividi. Le qualificazioni ai Mondiali? Forse potevamo fare di più, ci è mancato il gol. Ma andremo ai Mondiali perché tutti sanno che gruppo siamo e come reagiamo nei momenti di difficoltà. Ci può stare che dopo la vittoria agli Europei ci sia stata qualche difficoltà, ma ne usciremo e andremo in Qatar“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 09-02-2022


Lautaro e Sanchez segnano… ed entrano in ballottaggio

Gravina: “Proponiamo rinvio del turno di Serie A previsto il 20 marzo per aiutare la Nazionale”