Inter, Massimo Moratti non chiude a Stramaccioni: “La sua era non è finita, la riflessione sarà lunga”

Il presidente nerazzurro non ha ancora dato ufficialmente il benservito all’allenatore romano.

La prima stagione dell’Inter firmata interamente dall’allenatore Andrea Stramaccioni ha prodotto i risultati, tutt’altro che positivi, che già tutti noi conosciamo: nono posto in classifica e preliminari di Coppa Italia, sedici sconfitte in campionato, 57 gol subiti, niente Europa.

Il presidente dell’Inter, Massimo Moratti, in più di un’occasione, ha difeso il proprio allenatore, fornendogli l’alibi dell’infermerie stracolma. Anche l’allenatore romano, dopo la pesante sconfitta con l’Udinese in casa per 2-5 nell’ultima giornata di campionato, ha voluto sottolineare il fatto che la sua squadra ha dovuto fare a meno di ben 15 elementi.

Al di là della sfortuna, il presidente nerazzurro, però, non può ignorare i numerosi record negativi raggiunti in questa stagione ed è cosciente del fatto che riconfermare Andrea Stramaccioni alla panchina può rappresentare un rischio notevole.

Moratti ne ha parlato oggi ai microfoni dei giornalisti, affermando che la riflessione sul cambio di tecnico sarà molto lunga:

Non mi piace dire che un’era è finita, stiamo facendo un riassunto degli ultimi accadimenti. Cambiare idea sul tecnico? Non è che ho cambiato idea è che sto facendo riflessioni per capire bene cos’è il bene per l’Inter. Non ho parlato né con Stramaccioni né con altri. Sono ore di riflessione e la riflessione sarà lunga.

Il presidente dell’Inter ha anche espresso la sua opinione circa l’ipotesi Walter Mazzarri, fresco di addio alla panchina del Napoli:

Da una parte c’è il talento di Stramaccioni, un ragazzo che sicuramente avrà successo nel suo mestiere, dall’altra la situazione attuale: sto ragionando su quale sia la scelta migliore. Mazzarri? Gli allenatori sono tutti bravi, poi devono lavorare all’Inter, che è una cosa diversa.

Infine, riguardo l’eventuale ingresso in società di nuovi investitori, anche in questo caso, Moratti rimanda ogni comunicazione ufficiale a data da destinarsi:

Sui nuovi soci siamo a livello di decisioni e non di cose fatte. Comunque non se ne parla per questi giorni.

Foto | © Getty Images

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →