Napoli, Rafa Benitez seconda scelta? Cesare Prandelli contattato da Aurelio De Laurentiis

Il presidente del club partenopeo avrebbe pensato al c.t. della Nazionale come erede di Walter Mazzarri.

Dopo l’addio di Walter Mazzarri alla panchina del Napoli, con il conseguente approdo all’Inter per la prossima stagione, il presidente del club partenopeo, Aurelio De Laurentiis, si è fiondato con decisione sull’attuale allenatore del Chelsea, Rafa Benitez, con il quale è già stato ufficializzato l’accordo.

Il tecnico spagnolo, però, potrebbe essere stata una seconda scelta per De Laurentiis. Come erede iniziale di Mazzarri, infatti, il vulcanico presidente del Napoli avrebbe pensato all’attuale commissario tecnico della Nazionale azzurra, Cesare Prandelli.

Una vera e propria Mission Impossible per De Laurentiis: Prandelli, infatti, per approdare sulla panchina del Napoli, avrebbe dovuto lasciare la Nazionale e rinunciare anche alla Confederation Cup e ai prossimi Mondiali, che si terranno in Brasile nel 2014. Il no del tecnico vice-campione d’Europa, quindi, non dovrebbe aver stupito più di tanto.

Lo stupore, però, è dovuto al fatto che Cesare Prandelli avrebbe avuto, invece, la tentazione di dire di sì. Secondo un’indiscrezione pubblicata da La Gazzetta dello Sport, infatti, Prandelli non ha mai nascosto il desiderio di tornare ad allenare un club, possibilmente prestigioso, e un’opportunità come quella di allenare il Napoli avrebbe potuto non arrivare nel 2014, una volta terminati i campionati mondiali.

L’allenatore bresciano, inoltre, starebbe manifestando sempre maggiore insofferenza nel ruolo di c.t. della Nazionale, a causa di tanti episodi non graditi. L’ultimo, in ordine di tempo, riguarda proprio la Confederation Cup: alcuni club, impegnati in strapagate amichevoli estive, avrebbero chiesto a Prandelli di rinunciare ad alcuni giocatori.

Stufo di tutto ciò, Prandelli, quindi, avrebbe pensato di dire sì al Napoli, anche per motivi economici: lo stipendio offerto da De Laurentiis, infatti, è lo stesso offerto a Benitez ossia un biennale da 3,5 milioni all’anno per due stagioni (il triplo dell’ingaggio attuale di Prandelli).

Il fascino intramontabile del Mondiale e il rammarico di troncare un progetto a metà, però, hanno probabilmente prevalso e Cesare Prandelli, infine, ha detto no, rimandando il suo ritorno nei club solo nel 2014.

Foto | © Getty Images

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →