Roma, Morgan De Sanctis e Alessandro Florenzi telefonano ai tifosi per far rinnovare gli abbonamenti (video)

I video sono stati pubblicati sul canale ufficiale YouTube della Roma.

A pensarci bene e a dire il vero, la nuova idea della Roma per pubblicizzare il rinnovo degli abbonamenti allo Stadio Olimpico per la nuova stagione, iniziata con una vittoria in trasferta a Livorno per 2-0, sembra quasi una mossa disperata, considerando anche che il rapporto tra i tifosi e la nuova proprietà americana non è mai decollato, colpa soprattutto dell’illusione di un progetto che non è mai partito veramente.

La finale di Coppa Italia persa all’Olimpico contro la Lazio e alcune cessioni importanti avvenute durante questa sessione di calciomercato, Marquinhos e Lamela su tutti, hanno incrinato ancora di più i rapporti soprattutto per quanto riguarda quella frangia di tifosi che non ha ancora metabolizzato bene l’addio della famiglia Sensi. Altre polemiche un po’ pretestuose, come quella riguardante il nuovo stemma, ne sono un’ampia dimostrazione.

La nuova proprietà, però, vuole recuperare il rapporto con i tifosi e ha, quindi, deciso di lanciare alcune operazioni-simpatia che potrebbero anche non raggiungere l’obiettivo ma l’importante è averci almeno provato.

Dopo aver permesso ai tifosi di scegliere la terza maglia di quest’anno, la Roma ha deciso di utilizzare alcuni giocatori per contattare telefonicamente i tifosi che non hanno rinnovato il proprio abbonamento. Lo scopo? Convincerli a tornare sui propri passi e rinnovare la loro tessera.

I primi due video sono stati caricati sul canale ufficiale Youtube della Roma e i protagonisti sono Morgan De Sanctis, il nuovo portiere prelevato quest’estate dal Napoli, e Alessandro Florenzi, il centrocampista che, in questa stagione, ha debuttato con un gol nella prima giornata contro il Livorno.

I video sono molto simpatici e dimostrano che la società non ha nessuna intenzione di rinunciare all’affetto dei propri supporters. Questi ultimi, però, saranno disposti a fare un passo indietro e sostenere maggiormente la loro squadra?

In attesa di una risposta, godiamoci i video:

Foto | © Getty Images