Il primo “Cruyff Court” in Italia sarà dedicato a Stefano Borgonovo

L’olandese era il l’idolo di Borgonovo

di antonio

Johan Cruijff era l’idolo di Stefano Borgonovo e realizzerà l’ultimo desiderio dell’ex calciatore di Como, Milan e Fiorentina. Il primo Cruyff Court italiano sarà inaugurato proprio a Como il prossimo 10 novembre e sarà dedicato a Stefano, con il supporto della Fondazione Stefano Borgonovo, di Uefa e Fifa. L’ex numero 14 dell’Olanda, di Ajax e Barcellona che ha estasiato il mondo intero con le sue giocate, era il modello calcistico di Borgonovo e un capitolo della biografia di Stefano è dedicato al principale esponente del “calcio totale”.

La moglie di Stefano, Chantal, ha commentato con entusiasmo l’iniziativa del campione olandese:

“E’ un sogno che diventa realtà. Mio marito ammirava a tal punto Johan Cruyff da dedicargli un capitolo del suo libro ‘Attaccante Nato’. Anche la scuola calcio di Stefano veste il colore arancio in omaggio al campione olandese e a Stefano sarebbe piaciuto poterlo conoscere di persona. Sono molto felice e grata a Johan perché con l’apertura del Cruyff Court in Como il ricordo di Stefano sara’ ancora più forte e sempre presente”.

Cruyff esprime tutta la sua gratitudine per l’affetto di Stefano Borgonovo nonostante i due non si siano mai conosciuti:

“Questo è un giorno molto speciale anche per me. Sono felice di aprire il primo Cruyff Court in Italia e mi rende particolarmente orgoglioso che questo campo sia dedicato a Stefano Borgonovo. Spero che la collaborazione tra le nostre due Fondazioni attraverso il Cruyff Court Stefano Borgonovo possa attirare l’attenzione anche sulla ricerca di una cura per questa terribile malattia che è la Sla”.

La “Cruyff Court” sorgerà a Como su un terreno in sintetico realizzato dalle Fondazioni Stefano Borgonovo e Johan Cruyff. Il campo sarà recintato, ma aperto al pubblico con gestione e manutenzione a cura del Comune. Sarà uguale alle altre 190 sparse nel mondo, e la prima, appunto, in Italia. Alla base di questo tipo di campo c’è il principio di portare lo sport nei quartieri delle città per far socializzare i giovani. «Un posto sicuro, dove i bambini possono giocare all’aperto – spiega il sito della Fondazione Cruyff – Un luogo di incontro dove i principi caratterizzanti sono il rispetto per l’altro, la salute, l’integrazione, lo sviluppo e il giocare insieme».

La Cruyff Court solitamente non è destinata solo alla pratica del calcio, ma anche ad altri sport, come pallavolo ed atletica, e ha i colori blu e arancio (quelli della maglia dell’Olanda, la Nazione di Cruyff). Il cerchio di centrocampo è giallo. L’intervento prevede la posa di un manto in erba sintetica, la realizzazione di un marciapiede esterno all’area sportiva, la realizzazione di un impianto per la raccolta dell’acqua, la posa di parapetti e di una doppia recinzione per evitare che durante il gioco i palloni possano finire in strada. L’investimento totale è di oltre 170 mila euro.

I Video di Calcioblog