Roma-Juve 1-2: bianconeri campioni d'inverno

Dopo 3 pareggi e 2 sconfitte negli ultimi 5 campionati, la Juventus questa sera è tornata a vincere all'Olimpico di Roma contro i giallorossi. Grazie a questi 3 punti la formazione di Sarri ha conquistato il simbolico titolo di campione d'inverno, che negli ultimi 9 anni ai bianconeri è sfuggito solo due volte: nel 2015/16 e nel 2017/18, entrambe le volte ad appannaggio del Napoli.

L'approccio alla gara della Juventus è stato di quelli perfetti: al terzo minuto era già avanti di un gol grazie a Demiral, autore di una deviazione sotto misura sugli sviluppi di un calcio di punizione, approfittando della marcatura allegra di Kolarov. Al nono minuto Veretout ha ulteriormente complicato i piani della sua squadra regalando un calcio di rigore alla Juve nel tentativo di fermare Dybala, che gli aveva appena soffiato il pallone al limite dell'area.

Della battuta s'è incaricato ovviamente Cristiano Ronaldo spiazzando Pau Lopez; gol numero 9 nelle ultime 6 partite di campionato, nelle quali è sempre andato in rete. Al 18esimo la Roma ha avuto la grande occasione per accorciare subito le distanze, ma sulla conclusione a colpo sicuro di Pellegrini ci ha pensato Rabiot - con Szczesny battuto - ad opporsi con il corpo.

Il primo tempo è terminato così sul punteggio di 0-2, ma già con due cambi effettuati: Demiral da una parte e Zaniolo dall'altra, costretti ad abbandonare il campo per problemi fisici. Per entrambi si teme un brutto infortunio, in modo particolare per il romanista che ha lasciato il campo in barella e tra le lacrime. Al loro posto in campo sono entrati de Ligt e Under.

Al 65esimo la Roma ha sfiorato il gol dell'1-2 con Dzeko, fermato dal palo dopo una girata di destro al volo. Appena 3 minuti più tardi la Roma è tornata a rendersi nuovamente pericolosa in area di rigore con Under, fermato prima da Alex Sandro e poi da Szczesny.

Sembrava andata bene alla Juve, ma pochi istanti dopo è intervenuto il Var che ha segnalato un fallo di mano dello stesso Alex Sandro in area; una chiamata corretta perché il brasiliano ha effettivamente cercato di controllare il pallone con il braccio destro dopo aver respinto la conclusione di Under con l'addome.

Anche Perotti, incaricato della battuta, non ha fallito l'appuntamento con il gol spiazzando l'ex compagno di squadra. Sarri ha reagito spedendo in campo in un colpo solo Higuain per Dybala e Danilo per Ramsey, ridisegnando la sua squadra con il 4-3-3. La Roma ha continuato a spingere ed ha collezionato un altro paio di buone occasioni, senza tuttavia riuscire a trovare il gol del pareggio. A segnare ancora è stata anzi la Juventus, alla quale però il 3-1 firmato da Higuain è stato annullato per un fuorigioco millimetrico.

  • shares
  • Mail