Serie A, Juventus-Lecce 4-0: bianconeri in fuga, +7 sulla Lazio

I biancocelesti giocano domani sera contro la Fiorentina.

La Juventus tenta la fuga e si porta a +7 sulla Lazio, in attesa che i biancocelesti domani sera giochino contro la Fiorentina. Per i bianconeri stasera, dopo qualche difficoltà iniziale, la partita con il Lecce è stata in discesa nel secondo tempo, quando sono arrivati tutti e quattro i gol.

Maurizio Sarri ha dovuto rimaneggiare la difesa con Cuadrado e Matuidi terzini, a centrocampo Rabiot, davanti confermato il tridente con Bernardeschi, Dybala e Ronaldo. Dall’altra parte Fabio Liverani ha stravolto la squadra schierando Falco davanti, da solo, supportato da Mancosu, presentando un team più difensivo rispetto a quello che ha incassato quattro gol dal Milan.

Nel primo tempo il Lecce si è fatto notare più dei padroni di casa, in particolare al 4’ con una bella azione di Petriccione, Mancosu, Shakhov e Rispoli, ma quest’ultimo ha sparato il suo destro troppo in alto. Al 16’ i salentini hanno avuto un’altra occasione con Mancosu, che ha tirato in porta dopo un errore di Cuadrado, ma Szczesny, in due tempi, è riuscito a parare. Al 31’, però, i giallorossi sono rimasti in dieci perché Lucioni ha fatto lo sgambetto a Betancur che si involava verso la porta e così si è beccato un rosso diretto. La Juve allora è riuscita a trovare più spazi e al 41’ ha avuto una grande occasione con Ronaldo, imbeccato da Dybala dal corner, libero in area, ma il suo tiro è arrivato in curva. Due minuti dopo la stessa cosa l’ha fatta Bernardeschi con il suo sinistro.

Nel secondo tempo, al 49’, Bonucci, pescato da un cross da destra di Dybala, ha colpito di testa, ma Gabriel ha parato. Al 53’ è arrivato il gol di Dybala che, con un tiro a giro dal limite dell’area, ha insaccato all’incrocio dei pali. Al 61’ Rossetti ha messo giù Ronaldo il area e così la Juventus ha potuto usufruire di un rigore netto e Ronaldo lo ha trasformato con una soluzione centrale. La Juve è andata vicinissima al terzo gol al 69’ con Matuidi che ha schiacciato di testa a terra una palla crossata da Ronaldo, ma Gabriel ha parato. L’abile portiere giallorosso ha parto anche un destro rasoterra di Ramsey al 75’.

Al 77’ è entrato Higuain al posto di Dybala e al 78’ ha subito provato il tiro in porta con un missile rasoterra finito di poco a lato, poi all’83’ ha trovato il gol di tacco, anche se leggermente deviato da Donati. Due minuti dopo De Ligt ha firmato il 4-0 di testa su cross di Douglas Costa dalla destra. All’87’ Douglas Costa ha cercato di trovare il gol per se stesso, ma Gabriel glielo ha negato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail