Guardiola: “Mourinho e Klopp mi chiamino, spiegherò loro la sentenza”

Pepe Guardiola replica a distanza alle dichiarazioni di José Mourinho e Jurgen Klopp in seguito alla sentenza del Tas sul Manchester City

Pep Guardiola ha replicato a distanza alle parole pronunciate da José Mourinho e Jurgen Klopp in seguito alla sentenza del TAS che ha ribaltato quella dell’Uefa riammettendo il Manchester City alle prossime due edizioni delle coppe europee. “È una sentenza vergognosa perché se il City non fosse colpevole, non verrebbe punito con 10 milioni di euro di multa”, ha dichiarato ieri lo Special One. Alle parole dell’ex tecnico dell’Inter, hanno fatto eco quelle del manager del Liverpool: “Dal punto di vista personale, sono felice che il Manchester City possa giocare nella Champions League della prossima stagione, perché se avessero dovuto giocare tante partite in meno non avrei visto alcuna possibilità per qualsiasi altra squadra in Premier League. Non auguro nulla di male a nessuno, ma non credo sia stata una buona giornata per il calcio”, ha tuonato Klopp.

Guardiola: “Mourinho e Klopp hanno il mio numero”

Secca la replica di Guardiola, che sottolinea l’onestà della condotta del suo club: “La sentenza dei tre giudici indipendenti è chiara – dice il manager dei Citizens – ma entrambi conoscono il mio numero di telefono, possono chiamarmi e gliela spiego. Come si suol dire: eravamo puliti”. Le parole dei due colleghi non gli sono piaciute affatto, insomma: “Se vogliono parlare sono qui, non è affatto un problema. Ma penso che non dobbiamo discutere molto perché la frase era chiara. C’è chi ha scritto che stavamo mentendo o tradendo, non era così”, conclude.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →