Zaniolo: rottura del crociato anteriore, altri 6 mesi di stop

Nicolò Zaniolo dovrà stare fermo altri sei mesi: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, mercoledì l’intervento

Nicolò Zaniolo dovrà stare fermo altri sei mesi. L’esito degli esami strumentali cui il fantasista della Roma si è sottoposto stamane a Villa Stuart è implacabile: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Dopo l’infortunio rimediato ieri sera durante Olanda-Italia, si sperava che fosse solo una brutta distorsione, invece quella che era stata la sensazione di molti, ovvero di qualcosa di più grave, è diventata triste realtà.

Domani l’operazione, i tempi di recupero sono stimati in sei mesi ed è un vero peccato non solo per la Roma, ma per tutto il movimento calcistico italiano, che perde a lungo uno dei suoi nuovi protagonisti. Zaniolo, era rientrato in campo a giugno dopo la rottura dei legamenti del ginocchio destro avvenuta a gennaio nel match casalingo contro la Juventus. Ragazzo molto sfortunato Nicolò, perché di elementi con il suo talento cristallino ne nascono davvero pochi.

Zaniolo: il comunicato della Roma

“Nicolò Zaniolo è stato sottoposto a risonanza magnetica a Villa Stuart – si legge nella nota del club giallorosso – L’iniziale sospetto diagnostico è stato confermato: il calciatore ha riportato la lesione completa del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro e domani verrà sottoposto a intervento chirurgico”.