Dopo qualche equivoco sulla sua convocazione, il giocatore più atteso di Albania-Italia è Nicolò Zaniolo. Mancini stasera dovrebbe schierarlo in un tridente insieme a Raspadori e Grifo e il romanista, nello stadio dove pochi mesi fa ha deciso la Conference League, ha l’occasione per tornare indietro di 3 anni facendo un bel passo in avanti. Non sembri un paradosso, anche per il confronto con un avversario di caratura minore rispetto a quello di oggi, ma lo Zaniolo che colpì tutti in azzurro fu quello che vedemmo siglare una doppietta nel 9-1 all’Armenia a Palermo.

Quel giorno Nicolò fece una cosa apparentemente semplice, che se riuscisse a ripetere sistematicamente lo renderebbe uno dei giocatori più determinanti del panorama europeo: dimostrarsi superiori quando lo si è effettivamente. Senza ingarbugliarsi, con un gol a tu per tu col portiere e un altro con un sinistro da fuori. Si ripetesse adesso, anche in forme diverse, vorrebbe dire che l’Italia ha trovato un giocatore in grado di fare la differenza perché effettivamente differente lo è.

L’articolo Albania-Italia, Zaniolo è superiore proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 16-11-2022


Francia, infortunio Nkunku: l’attaccante è stato sostituito da Deschamps

Milan, operazione agli occhi per Tatarusanu