L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri risponde alle critiche piovutegli addosso negli ultimi giorni prima di analizzare la vittoria di Cagliari.

Massimiliano Allegri ha detto la sua sulla gara contro il Cagliari ma non solo. “Preferisco le critiche quando giochiamo male ma vinciamo. Infatti nessuno si ricorda della partita di domenica scorsa, alla fine ha vinto l’Inter e si parla solo dell’Inter, nessuno si ricorda che abbiamo giocato bene. Voi giornalisti siete i primi risultatisti, fino al 75′ col Villarreal su tutti i siti e i social, che io per fortuna non frequento, si parlava benissimo della Juve. Poi abbiamo preso gol e tutto è diventato un disastro”.

IM_Paulo_Dybala
IM_Paulo_Dybala

Allora qualcosa non torna. La prestazione rimane, poi il risultato varia il giudizio. Col Cagliari giocavamo nella loro metacampo e Dybala ci poteva dare una mano, ha fatto 2-3 giocate importanti. Se fosse stata una partita di grande intensità avrebbe avuto difficoltà perché rientrava dopo tanto tempo. Poi io sono innamorato di chi gioca bene , di chi stoppa bene la palla, come di un difensore che marca bene. Bisognerebbe avere insegnanti nei settori giovanili. In generale, con l’Inter abbiamo perso uno scontro diretto che poteva farci ambire allo scudetto, anche se saremmo rimasti in posizione sfavorevole, ora l’Inter è tornata la grande favorita. Il contraccolpo poteva essere forte e questa partita era pericolosa, ma i ragazzi sono stati bravi e lucidi, creando e tirando molto e concedendo poco nonostante le numerose assenze“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 10-04-2022


Empoli, Andreazzoli: “Asllani è sempre stato presente”

Dionisi: “Non credo che l’Atalanta sia stanca, è molto forte”