Il tecnico del Real Madrid Carlo Ancelotti si prepara alla finale di Champions League indicando la particolarità del torneo di quest’anno.

Protagonista nel Media Day Carlo Ancelotti si è focalizzato sulla finale di Champions League di sabato 28 contro il Liverpool senza voler rispondere alla domanda su Mbappé. “Sono vigilie un po’ diverse, c’è meno ossessione rispetto alla finale del 2014 ma è bello ricordarlo perché sono passati otto anni. Si tratta della quinta finale in questo periodo, questo è motivo di grande orgoglio per il Real Madrid”.

Luka Modric
Luka Modric

È stata per noi una Champions particolare. Siamo arrivati in finale perché siamo stati più determinati di altri. Forse eravamo meno favoriti di altri, ma questo ci ha aiutato a tirar fuori il carattere che questa squadra ha. In finale tutto può succedere, fino alla fine. Deve essere una vigilia positiva e serena. Abbiamo raggiunto l’obiettivo della finale, poi può succedere di tutto. Pensiamo a divertirci, poi la preoccupazione arriverà prima della partita. I miei amici milanisti mi hanno chiesto di fare di tutto affinché il Liverpool non raggiunga il Milan“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 25-05-2022


Ceferin: “Superlega? Sotto l’aspetto morale abbiamo ragione noi”

Benzema rivela perché gioca meglio di quando era giovane