Euro 2020, girone D: Inghilterra si incorona prima, Croazia meglio tardi che mai

Squadra di sua Maestà reginetta del Girone, Modric centra la qualificazione all’ultimo. Repubblica Ceca sconfitta che vale il terzo posto.

Squadra di sua Maestà reginetta del Girone D, Modric si carica la Croazia sulla spalle e centra la qualificazione all’ultimo. Repubblica Ceca sconfitta che vale il terzo posto.

Terza e ultima giornata per il Gruppo D di Euro 2020, girone apertissimo fino all’ultimo. Una bella Inghilterra strappa il biglietto per gli ottavi di finale contro un’ottima Repubblica Ceca. Sconfitta dolorosa per i cechi che si lasciano scippare il secondo posto da una Croazia che si sveglia in ritardo ma lo fa con il botto, il colpo da maestro del suo numero 10. Luka Modric, con un ruggito carico di orgoglio segna un gol straordinario che vale un pass per gli ottavi.

Inghilterra più convincente in fase offensiva. Bastano due minuti agli inglesi per insediare l’area ceca. Uno squisito suggerimento di Show mette Sterling davanti a Vaclik che cerca la giocata con un tocco morbido, gioia spenta dal palo. La partita prende la direzione che vogliono gli inglesi, che mantengono il pallino del gioco e iniziano l’assedio offensivo. Bastano pochi minuti per passare in vantaggio. Una grande azione premia la squadra della Regina. Giocata decisiva del talento dell’Aston Villa. Jack Grealish, al suo esordio da titolare in nazionale, si mette la palla sul sinistro e con un cross perfetto serve il suo numero 10: Sterling stacca di testa e spinge dentro il pallone, siglando così il suo sedicesimo gol con la maglia inglese e per la seconda volta, come contro la Croazia, porta avanti la squadra di sua Maestà. I cechi sono rimasti in partita per tutti i novanta minuti di gioco dimostrando in più occasioni di poter impensierire le retrovie inglesi, non sempre precise in fase di copertura arrendendosi però ai britannici e perdendo il secondo posto a favore della Croazia. Repubblica Ceca comunque qualificata da terza.

Harakiri sfiorato per la Croazia che rischia di chiudere la partita sul pareggio in una partita difficile contro la Scozia. Luka Modric si carica la sua Nazionale sulle spalle e strappa con una grande giocata la qualificazione per gli ottavi. Una bella partita dove nessuna delle due formazioni si è risparmiata alla caccia di una biglietto Last-minute direzione ottavi di finale. La Croazia che ha fatto pesare per tutti i novanta minuti la propria superiorità tecnica arrivando al gol alla prima vera occasione. I croati sbloccano la partita al sedicesimo minuto. Azione sulla destra, cross sul secondo palo dove è pronto Perisic, che con una sponda di testa mette al centro dell’area Vlasic. Stop di petto e nessuna pietà per Marshall. Scozzesi che hanno impostato la partita sulla fisicità, la buona copertura e le ripartenza veloci. Una partita speculare a quella vista nel pareggio con l’Inghilterra dove però la rete è rimasta inviolata. La Scozia riacciuffa la partita grazie ad una fiammata a pochi minuti dalla fine della prima frazione. Cross di Robertson in direzione Adams che controlla male e mette in difficoltà Vida.  Goffo tentativo, del numero 21 croato, di liberare la propria area ed enorme regalo alla Scozia. McGregor si avventa sul pallone con velocità felina, controlla, calcia bene e infila il pallone in rete. Primo gol per la Scozia in questo Europeo e risultato bloccato sul pareggio. Nelle partite difficili i campioni fanno la differenza. Un gol strepitoso di Luka Modric riporta i croati sui binari che portano agli ottavi. Il capitano croato con un siluro che entra di diritto negli annali dell’Europeo con la stessa velocità con la quale batte un impotente Marshall che si vede passare un oggetto non identificato più che una palla da calcio. Apoteosi croata, che anche se tardi danno un segnale alle altre nazionali di questo Europeo. Perisic risponde presente e segna come in tutte le grandi occasioni con la sua Nazionale. Assist dell’eterno Modric da calcio d’angolo. Movimento scaltro dell’esterno interista che taglia sul primo palo e infila con una traiettoria diabolica sul secondo palo sigillando così la vittoria che vale un secondo posto con un sapore magico, conquistato ad una manciata di minuti dalla fine della gara.

Si qualificano quindi l’Inghilterra da prima del girone che dovrà sfidare la seconda del girone di ferro: presumibilmente una tra Germania, Portogallo o Francia, al netto di colpi di scena da parte di una sfavorita Ungheria.

Croazia invece che da seconda sfiderà la seconda del Gruppo E. Ad oggi la Slovacchia, al netto della posizione di una seppur deludente comunque forte Spagna ancorata al terzo posto e a secco di vittorie nella competizione e di una Polonia incastrata all’ultimo e stretto posto.

Tutto aperto sia nel Girone E e nel Girone F, anche domani sono previsti fuochi d’artificio in questo spettacolo europeo.

GIRONE D – LA CLASSIFICA

  1. INGHILTERRA                7pt
  2. CROAZIA                           4pt
  3. REPUBBLICA CECA       4pt
  4. SCOZIA                              1pt

PROSSIMO TURNO – GLI OTTAVI

Lunedì 28 giugno: Croazia – 2E (18:00, Copenaghen)

Martedì 29 giugno: Inghilterra – 2F (18:00, Londra)

IL TABELLINO: REPUBBLICA CECA-INGHILTERRA 0-1

RETI: Sterling 12′

REPUBBLICA CECA (4-2-3-1): Vaclik; Coufal, Celustka, Kalas, Boril; Soucek, Holes (84′ Vydra); Masopust (64′ Hlozek), Darida (64′ Kral), Jankto (1′ st Sevcik); Schick (76′ Pekhart). A disp. Mandous, Koubek, Kaderabek, Brabec, Barak, Krmencik, Mateju. All. Silhavy.

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones (79′ Mings), Maguire, Shaw; Rice (1′ st Henderson), Phillips; Saka (84′ Sancho), Grealish (67′ Bellingham), Sterling (67′ Rashford); Kane. A disp. Ramsdale, Johnstone, Trippier, Coady, Calvert-Lewin, White, James. All. Southgate.

AMMONITI: Boril

IL TABELLINO: CROAZIA-SCOZIA 3-1

RETI: 17′ Vlasic, 42′ McGregor, 62′ Modric, 77′ Perisic.

CROAZIA (4-2-3-1): Livakovic; Juranovic, Lovren, Vida, Gvardiol (71′ Barisic); Kovacic, Brozovic; Perisic (80′ Rebic), Modric, Vlasic (75′ Ivanusec); Petkovic (70′ Kramaric). A disposizione: Badelj, Brekalo, Budimir, Caleta-Car, Kalinic, Pasalic, Sluga, Vrsaljko. Ct: Dalic.

SCOZIA (3-5-2): Marshall; McTominay, Hanley (33′ McKenna), Tierney; O’Donnell (83′ Patterson), Armstrong (70′ Fraser), McGinn, McGregor, Robertson; Dykes, Adams (83′ Nisbet). A disposizione: Christie, Cooper, Fleck, Forrest, Gallagher, Gordon, McLaughlin, Turnbull. Ct: Clarke.

ARBITRO: Rapallini (ARG).

AMMONITI: Lovren, McKenna.