Euro 2020, Gruppo D: pareggiano tutti, girone ancora aperto.

La Scozia strappa un pareggio all’Inghilterra nella centesima sfida tra brittannici. Croazia e Repubblica Ceca pareggiano. Qualificazioni aperte

La Scozia strappa un pareggio all’Inghilterra nella centesima e centenaria sfida tra brittannici. Girone D ancora aperto: Repubblica Ceca e Inghilterra a quota 4 punti, Croazia e Scozia fermi a 1.

Nell’ultima partita Inghilterra e Repubblica Ceca si sfideranno per il primo posto nel girone. Croazia e Scozia sono a caccia della prima vittoria nel torneo, per aggiudicarsi il terzo posto o sperare in un secondo posto all’ultimo in caso di non pareggio tra la prima e la seconda del girone.

L’Inghilterra delude le aspettative, ma merito alla Scozia in grado di annichilire la partita e gestire perfettamente il match. Una partita dai ritmi bassi quella tra Inghilterra e Scozia. Il centrocampo inglese fatica ad ingranare, la Scozia anche se inferiore sulla carta procura più di un fastidio all’Inghilterra. È della Scozia la prima occasione da gol, su cross di O’Donnel, Adams prova un destro al volo che viene murato da Stones. Risposta di fuoco inglese. Stones su calcio d’angolo colpisce un legno pesante, ma poi per tutto il primo tempo i tre leoni non riescono più ad essere pericolosi, il trio FodenKaneSterling decisamente sottotono. La Scozia disputa una partita intelligente mantenendo i ritmi bassi, aspettando gli inglese e ripartendo in contropiede. Il secondo tempo ha lo stesso copione, i ritmi si abbassano ulteriormente. Inghilterra che fatica ad ingranare, Scozia che attende pazientemente il nemico senza scoprirsi per poi ripartire velocemente con lanci lunghi. Harry Kane delude le aspettative e Southgate lo sostituisce. Poco cambia sul campo, inglesi sottotono.

Una Croazia mal rodata strappa un pareggio ad un’ottima Repubblica Ceca, ancora una volta trascinata da Schick. Perisic, il migliore tra i croati, con un siluro riacciuffa il pareggio e regala ai suoi il primo punto del torneo. Le squadra si affrontano a specchio, schierando entrambe il 4-2-3-1 con una Repubblica Ceca più in partita e fluida nei fraseggi contro una Croazia che sente il peso delle critiche ricevute e fatica per tutta la partita. Ancora Schick protagonista di questo Europeo. L’ex romanista viene atterrato, nell’area croata, da una violenta gomitata da parte di Lovren. Del Cerro Grande dopo il richiamo del Var assegna il calcio di rigore che va a battere proprio il numero 10 con tanto di garze nel naso per fermare una copiosa emorragia, in una scena a dir poco epica. Sangue che cola dal naso: palla a destra Livakovič a sinistra. Perisic tiene viva la sua nazionale ad un passo dal baratro eliminazione. L’esterno interista si inventa un gran gol, rientro in aria e palla dritta in rete. Una perla che risveglia dal torpore una Croazia fino a qui deludente. Serve un moto d’orgoglio croato. Ad oggi Modric fuori fase più che fuori classe, Rebic ancora troppo fuori dalle meccaniche della squadra. In generale la squadra non gioca bene e manca nei meccanismi più basici. Oggi Euro 20 rischia di perdere prematuramente una delle formazioni più attese nel torneo. ai croati servono tre punti contro la Scozia nell’ultimo turno per poter strappare un pass per gli ottavi e svegliarsi dall’incubo.

GIRONE D – LA CLASSIFICA

  1. REPUBBLICA CECA    4pt
  2. INGHILTERRA             4pt
  3. CROAZIA                        1pt
  4. SCOZIA                           1pt

GIRONE D – PROSSIMO TURNO

Martedì 22 Giugno: Repubblica Ceca – Inghilterra (21:00, Londra)
Martedì 22 Giugno:: Croazia – Scozia (21:00, Glasgow)

IL TABELLINO: CROAZIA-REPUBBLICA CECA 1-1

RETE: 37′ rig. Schick, 47′ Perisic.

Croazia (4-2-3-1): Livakovic 6; Vrsaljko 5.5, Lovren 5, Vida 6.5, Gvardiol 6; Modric 5, Kovacic 5.5 (87′ Brozović sv); Perisic 7, Kramaric 5.5 (62′ Vlašić 6), Brekalo 5 (45′ Ivanušec 6); Rebic 5 (45′ Petković 6.5). A disposizione: Kalinić, Sluga, Ćaleta-Car, Vlašić, Pašalić, Oršić, Badelj, Juranović, Bradarić. Allenatore: Dalic.

Repubblica Ceca (4-2-3-1): Vaclik 5.5; Coufal 5.5, Celustka 6, Kalas 6.5, Boril 5.5; Holes 6 (63′ Král 5.5), Soucek 6.5; Masopust 5.5 (63′ Hložek 5.5), Darida 5 (87′ Barák sv), Jankto 6 (74′ Ševčík 6); Schick 6.5 (74′ Krmenčík 6). A disposizione: Mandous, Koubek, Kadeřábek, Brabec, Zima, Vydra, Pekhart. Allenatore: Silhavy.

AMMONITI: Lovren (C), Masopust, Boril, Hložek (RC).

IL TABELLINO: INGHILTERRA-SCOZIA 0-0

Marcatori:

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; James, Stones, Mings, Shaw; Rice, Phillips; Sterling, Mount, Foden (63′ Grealish); Kane (74′ Rashford). Ct: Southgate

SCOZIA (3-5-2): Marshall; Hanley, Tierney, McTominay; O’Donnell, McGinn, McGregor, Gilmour (76′ Armstrong), Robertson; Dykes, Adams. (86′ Nibset) Ct: Clarke

Ammonizioni: 16′ McGinn