Euro 2020, l’Inghilterra spazza via l’Ucraina e si aggiudica la semifinale

Il ruggito dei Tre Leoni spaventa la formazione di Shevchenko. Inghilterra in semifinale, Ucraina non pervenuta.

Il ruggito dei Tre Leoni spaventa la formazione di Shevchenko. Inghilterra in semifinale, Ucraina non pervenuta.

I quarti di finale di Euro 2020 si chiudono stasera con UcrainaInghilterra,  allo Stadio Olimpico di Roma. La Danimarca nell’anticipo di giornata, ha battuto 2-1 la Repubblica Ceca strappando così un pass per la semifinale.

Una bella Inghilterra domina la partita e cala il poker contro un’Ucraina che pare spaventata e confusa dalle percosse inglesi. I Tre Leoni colpiscono a freddo   dopo soli 4 minuti, Sterling con una sterzata rientra e serve un delizioso filtrante a Kane che con dedizione in scivolata batte Bushchan. L’Ucraina resta viva e a più riprese si rende pericolosa creando scompiglio nelle retrovie inglesi senza però agguantare il pareggio. Gli inglesi entrano con grande impeto in campo nel secondo tempo e il copione si ripete. Formazione di Shevchenko freddata nuovamente a pochi secondi nella ripresa: Harry Kane guadagna un calcio di punizione da posizione pericolosa. Shaw serve una palla con i contagiri per Maguire. Il terzino del Manchester United non lascia scampo a Bushchan. I Tre Leoni inferociti infilano anche il terzo a distanza di quattro minuti! Sterling dopo una giocata deliziosa: doppio passo e colpo di tacco serve il terzino del ManUtd. Palla con i contagiri di Shaw, arriva Harry Kane puntuale e mette la firma sul pallone con una doppietta personale. L’apoteosi arriva al 64′ minuto, gli ucraini paiono già negli spogliatoi e vengono percossi dalla formazione inglese, che senza pietà infila anche il quarto gol. Poker servito da Mount su calcio d’angolo e gol di Jordan Henderson.

L’Ucraina regge botta per i primi 45 minuti, nonostante lo svantaggio dopo soli quattro minuti. A più riprese bussa alla difesa inglese rendendosi pericolosa senza mai raggiungere la rete. Non bastano le incursioni degli ottimi Zinchenko e Yarmolenko, gli inglesi restano compatti e non subiscono gol. Nel secondo tempo torna protagonista l’impeto inglese e i giallo-blu crollano completamente, i Tre Leoni ruggiscono quattro volte e volano in semifinale.

Una grande partita del solito Sterling che ubriaca letteralmente la difesa ucraina non lasciando mai spunti per coprire gli spazi, saltando giocatori come birilli e creando a più riprese superiorità numerica. Harry Kane da un forte segnale firmando una doppietta personale e mettendo una pesante firma in questo quarto di finale.

Dopo 25 anni Southgale riporta l’Inghilterra in semifinale, dopo quel pesante rigore sbagliato, il CT britannico si prende una bella rivincita: “Ho giocato vent’anni, ma vengo ricordato solo per quell’episodio. Ora alla guida della Nazionale mi sento di avere un debito da ripagare”. Debito ripagato quindi, ora gli inglesi hanno davanti due, possibili, partite a Wembley: Danimarca nel mirino.

LA PARTITA

L’Inghilterra inizia bene il match, linee difensive ucraine apparentemente ben compatte. Bastano 4 minuti a Tre Leoni per il primo ruggito. Sterling sulla destra sterza smarcandosi e serve un delizioso filtrante a Kane, che sul filo del fuorigioco in spaccata batte Bushchan. L’Ucraina non patisce il colpo e risponde allo svantaggio con il possesso palla. 16′ minuto Yaremchuk intercetta un pallone nella metà campo, galoppa nella metà del campo inglese e prova la conclusione di sinistro. Pickford prontamente spinge la palla in calcio d’angolo con due mani. L’Ucraina disputa una partita di attesa. Inglesi che cercano di impostare il gioco mantenendo un possesso palla sterile. 28′ minuto, calcio di punizione inglese. Alla battuta va Shaw, bello spiovente a beneficio di Harry Kane che incorna troppo alto sopra la traversa. 32′ minuto, ancora pericolosi gli inglesi. Percussione di Sterling che si infila palla al piede sulla linea di fondo, cerca di servire i compagni con un rasoterra intercettato dalla difesa ucraina. Rice si fionda sulla ribattuta e lascia partire un siluro dal limite, ottima parata di Bushchan. Shevchenko perde al 35′ minuto Kryvtsov, al suo posto entra Tsygankov. L’Ucraina cambia modulo passando ad un 4-3-3. Cambia passo l’Ucraina che attacca con più qualità mandando in confusione la difesa britannica che fatica a leggere il tridente giallo-blu.

In apertura l’Inghilterra raddoppia. Harry Kane guadagna un calcio di punizione sulla trequarti. Shaw serve un assist al bacio per Maguire. Ottimo colpo di testa del terzino del Manchester United che non lascia scampo a Bushchan. Tutto facile per i Tre Leoni. Al quinto minuto del secondo tempo arriva il terzo gol, sempre lui, il capitano e il numero 9: Kane! Sterling fa una giocata deliziosa, doppio passo e colpo di tacco, palla con i contagiri di Shaw, arriva Harry Kane puntuale e sigilla il vantaggio. Gara in salita ora per l’Ucraina che hanno poco più di 30 minuti per segnare tre gol. Grande botta di Kane, che da fuori area ci prova, ottima parata di Bushchan. Da calcio d’angolo Henderson infila il quarto gol inglese. Al 69′ minuto un errore di Pickford rischia di macchiare la prestazione fino a qui perfetta della Nazionale inglese. Sulla svincolata Yaremchuk tenta un’impensabile conclusione rasoterra. Moto d’orgolgio ucraino. Inghilterra che si è messa a 5 in difesa e Ucraina a caccia del gol della bandiera.

IL TABELLINO: UCRAINA-INGHILTERRA 0-4

Marcatori: 4′ Kane, 46′ Maguire, 51′ Kane, 63′ Henderson

Ucraina (3-5-2): Bushchan; Zabarnyi, Kryvtsov, (34′ Tsygankov), Matvienko; Karavaev, Sydorchuk, Stepanenko, Shaparenko, Zinchenko; Yarmolenko, Yaremchuk. C.t. Shevchenko

Inghilterra (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones, Maguire, Shaw; Rice, Phillips; Sancho, Mount, Sterling; Kane. C.t. Southgate

Ammonizioni:

Espulsioni:

I Video di Calcioblog