Fabian Ruiz ha raccontato l’amore che la città di Napoli nutre per il calcio e cosa lo lega al suo idolo Xavi.

Il centrocampista del Napoli Fabian Ruiz ha concesso un’intervista al sito ufficiale della UEFA: “Una volta rinnovato con il Betis, ho continuato a giocare fino alla fine della stagione, poi Ancelotti diventa allenatore del Napoli quindi ho sentito ancor più interesse perché diceva ‘Fabian è la prima opzione’. Quindi si è messo in contatto con il mio agente e l’interesse che il club e l’allenatore hanno mostrato per me ha reso la decisione più facile”. 

IM_pallone_serie_A_2020
IM_pallone_serie_A_2020

Venire in un club come il Napoli con tutta la sua storia, i suoi tifosi e lo stadio, è stato per me un passo avanti. Da quando sono arrivato qui, me lo hanno dimostrato, fin dal primo giorno. Ogni volta che entro nello stadio di Napoli, per strada, vedo come la gente vive per il calcio qui. Mi hanno dato la possibilità di giocare in Europa e di essere tra le grandi in Italia e so che la mia decisione è stata quella più semplice e giusta. Xavi per me era uno di quei giocatori da seguire in tutto ciò che faceva, per come impostava facilmente il gioco e come con un solo passaggio scavalcava la difesa. Ho cercato di imparare un po’ da lui, so che è molto difficile giocare come lui, non credo ci sia un altro come lui, ma cerco di prendere spunto dalle qualità di ogni giocatore che vedo e portarle in campo”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 12-02-2022


Insigne: “Ho un carattere particolare che spesso non è stato capito, Sarri e Spalletti…”

Milan-Sampdoria probabili formazioni