Ferri a Sky Sport 24 parla della situazione della Juventus dopo le dimissioni del consiglio d’amministrazione.

A Sky Sport 24 parla il direttore Ferri che discute così della situazione della Juventus dopo le dimissioni del CDA: “Ad Agnelli non si può contestare nulla dal punto di vista sportivo anche se in questo momento vince di meno, come accade in ogni ciclo. Ci sono due aspetti da non sovrapporre. Il primo sono i conti, con i 600 milioni di perdite e i due aumenti di capitale . la gestione dei conti rappresenta un problema in generale per un’azienda. Poi c’è la parte legata all’inchiesta, il vero punto della questione. Non è una resa dei conti che ha portato Agnelli alle dimissioni e al cambio di rotta.

Conclude così il direttore di Sky Sport: “Quel che sta accadendo alla Juve ora è legata all’inchiesta Prisma, ai rinvii a giudizio, alla gestione processuale, a come ribattere colpo su colpo alle accuse su bilancio, false comunicazioni, falso in bilancio, la questione plusvalenze. Qui è caduto Agnelli, qui si è dimesso, qui ha detto nella lettera che manca compattezza sul futuro e su come gestire il punto focale dell’azienda, ovvero il futuro processo dell’inchiesta Prisma. Lì c’è la rottura con la proprietà. Da una parte il muro contro muro, dall’altra cominciare a operare delle modifiche nella scrittura del bilancio e cambiare rotta.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

Juventus

ultimo aggiornamento: 29-11-2022


Napoli, si studia il colpo Samardzic

Pagelle Olanda Qatar: Top e Flop del match – VOTI