La Juventus paga le scelte dei dirigenti suoi e del suo allenatore reo anche di aver avvallato acquisti sbagliati.

Si parte dal fatto del ritorno di Max Allegri con la Juventus coincide con una maggiorazione dei poteri soprattutto per quanto riguarda il mercato, potrà dire si o no ad ogni nome o rinnovo che gli verrà proposto. Se il suo primo mercato si limita ai rientri di Perin, Pellegrini, Rugani, De Sciglio e Kean con l’unico vero volto nuovo Locatelli vediamo che due giocatori sono delle riserve, Kean è un acquisto sbagliato di ritorno e Pellegrini è andato via. Non cito Kaio Jorge per il brutto infortunio subito.

Gennaio arriva Vlahovic, mentre a centrocampo Zakaria che sarà ceduto in nemmeno un anno dopo essere arrivato a gennaio. Già si vedono errori progettuali, di base soprattutto in un momento chiave.

Massimiliano Allegri

Il mercato della rivoluzione è questo, accetta e avvalla prima le cessioni a gennaio di Kulusevski e Bentancur. Ora il non rinnovo di Dybala e Bernardeschi. Si vuole fare il tridente, ma arriva Di Maria a fine ciclo di carriera con la testa al mondiale, Kostic che è un esterno a tutta fascia ma non è un uomo con dribbling da tridente. Errori gravissimi, il tridente non è mai esistito. Centrocampo che si punta tutto sul ritorno di Pogba. Altro disastro, mai in campo per l’infortunio al menisco mal gestito e curato. Restano i rientri di ottimi giovani come Fagioli o Rovella ma quest’ultimo ceduto per far posto a Paredes, c’era proprio bisogno di farlo con un attacco in quelle condizioni? probabilmente no. Unica nota positiva Milik che costerà 10 milioni ma rende anche più di quello che si pensava.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Juventus

ultimo aggiornamento: 21-09-2022


Lazio, si lavora al rinnovo di Milinkovic-Savic

Milan, a un passo Kiwior dello Spezia: i dettagli