L’ex tecnico Arrigo Sacchi indica cosa serve ai rossoneri per evitare cali di tensione successivi ad una grande vittoria.

La Gazzetta dello Sport ha intervistato Arrigo Sacchi che ha sottolineato l’importanza del lavoro dei dirigenti del Milan. “Aver trovato l’accordo con Maldini e Massara è importante, perché si tratta di due dirigenti competenti che hanno contribuito in modo significativo allo scudetto. Adesso bisognerà aggiustare qualcosa nella squadra, ma sono sicuro che, data la loro bravura, hanno già individuato gli elementi giusti”.

Gazidis Massara Maldini

L’avversario più pericoloso per il Milan è… il Milan. Dopo una vittoria tanto bella e clamorosa, la sindrome del successo è sempre dietro l’angolo. Guardate che cosa è successo all’Italia dopo il meraviglioso trionfo all’Europeo. Ci può essere qualcuno che si monta la testa, qualcuno che vola troppo in alto. Il Milan è una squadra ma la gioventù porta spesso a facili entusiasmi e facili depressioni. Dovranno essere bravi i dirigenti e l’allenatore a mantenere quello spirito di gruppo che è stato il primo propellente. Pioli dovrà lavorare parecchio sul pressing, che i rossoneri attuano già. Però io vorrei che fosse ancora più continuo, più feroce. E poi si dovrà affinare il gioco così che venga interiorizzato in modo da avere risposte automatiche“. 

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 03-07-2022


Pioli cambia volto al Milan?

Onana e Lukaku: vacanza e allenamento insieme