Sedicesimi Europa League, Napoli eliminato. Passano Roma e Milan

Niente en plein per le italiane. Napoli eliminato. La Roma passeggia con il Braga, mentre il Milan, seppur soffrendo, accede agli ottavi.

La sorprendente eliminazione del Napoli contro gli spagnoli del Granada non permette alle italiane di fare l’en plein. La Roma passeggia all’Olimpico con il Braga, rea del buon vantaggio dell’andata, mentre un Milan scarico strappa il pass per gli ottavi soffrendo contro la Stella Rossa di Stankovic.

NAPOLI

Nonostante la gara sia stata sbloccata dopo soli 180 secondi, da una splendida conclusione di Zielinski, il Napoli di Gattuso getta via la qualificazione concede un tempo al Granada, dopo aver già regalata la partita d’andata in Spagna. Resta il forte rammarico per una qualificazione alla portata, sfumata per via di una squadra nettamente inferiore ai partenopei.
Le numerose indisponibilità e le lamentele post gara di Gattuso per le perdite di tempo dell’avversario non possono essere un alibi per una squadra dal potenziale del Napoli. L’impostazione di un 3-5-2 con diversi interpreti costretti ad adattarsi ha penalizzato la costruzione di gioco soprattutto sul versante di sinistra. La condizione atletica sfoggiata da Ghoulam nella ripresa lascia più di una perplessità su un suo impiego fin dal primo minuto. Il terzino algerino è l’uomo più pericoloso del Napoli che nel forcing finale non riesce ad evitare la sorprendente eliminazione dall’Europa League. Le voci su Benitez fanno vacillare la panchina di Gattuso che, a fine partita, riceve la conferma del ds Giuntoli.

MILAN

I rossoneri faticano a vincere in questo inizio di 2021. La squadra di Pioli ha vinto solo 5 delle 13 gare disputate nel nuovo anno. Un Milan atleticamente in difficoltà e privo dell’entusiasmo che l’ha sempre contraddistinto nella prima parte di stagione, rischia in un paio di occasione di subire il gol eliminazione da una buona Stella Rossa, bene allenata da Stanković. La squadra di Pioli è poco incisiva e lenta sia nel ripartire che nel manovrare il pallone. Sono i serbi a condurre il pallino del gioco per quasi tutti i novanta minuti. La fortuna e uno strepitoso intervento di Donnarumma salvano i Diavoli dal peggio.
Il Milan, da un paio di gare, fatica a ritrovare la condizione atletica ottimale e diversi giocatori sembrano sulle gambe dopo appena un tempo di gioco. Il passaggio del turno è di certo una boccata d’ossigeno che può dare fiducia ad una squadra che non vince da 4 partite. Domenica la sfida contro la Roma, all’Olimpico, potrà dire tanto sul prosieguo e sugli obiettivi prossimi della squadra di  Pioli.

ROMA

Come la scorsa settimana, la squadra di Fonseca è l’unica squadra italiana a vincere nelle competizioni europee. Bravissima la Roma ad aver reso facile un turno che sulla carta poteva presentare non poche difficoltà. I giallorossi, nonostante il vantaggio dell’andata e una difesa reinventa da Fonseca, non hanno sottovalutato l’avversario e, con il giusto atteggiamento, hanno portato a casa meritatamente la qualificazione, senza mai rischiare.  Tolto l’infortunio all’inguine di Dzeko, una serata perfetta per i giallorossi che arrivano al meglio al match di domenica sera contro il Milan. Per il bosniaco, con il gol di stasera, è diventato il giocatore della Roma con più gol realizzati nelle competizioni europee.

LE PARTITE : IL TABELLINO

NAPOLI – GRANADA 2-1

Marcatori: 3′ P. Zielinski (N), 25′ Montoro (G), 59′ F. Ruiz (N).

Napoli (3-5-2): Meret, Rrahmani, Maksimovic (46′ Ghoulam), Koulibaly, Di Lorenzo, Fabian Ruiz, Bakayoko, Elmas (60′ Mertens), Zielinski, Insigne, Politano.
A disposizione: Contini, Idasiak, Zedadka, Labriola, Mario Rui,  Lobotka, D’Agostino, Costanzo, Cioffi.
Allenatore: Gennaro Gattuso

Granada (4-2-3-1): Rui Silva, Folquier, German, Duarte, Neva (46′ Perez), Montoro (83′ Vallejo), Brice Eteki, Machis, Gonalons (46′ Diaz), Kenedy, Molina (83′ Soldado).
A disposizione: Aaron, Arnau, Nehuen, Soldado, Diaz, Machis, Vallejo, Herrera, Aranda, Ruiz, Torrente
Allenatore: Diego Martínez Penas

Ammoniti: Kenedy (G), Politano (N), Montoro (G), Duarte (G), Maksimovic (N), Insigne (N), German Sanchez (G), Herrera (G), Bakayoko (N), Koulibaly (N), Foulquier (G)

Arbitro: Siebert (Germania)

MILAN – STELLA ROSSA 1-1

Marcatori: 9′ rig. Kessie (M), 24′ Ben (SR).

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Tomori, Romagnoli, Dalot (21’st Hernández); Meïte, Kessie; Castillejo (21’st Saelemaekers), Krunić (1’st Rebić), Çalhanoğlu; Leão (1’st Ibrahimović).
A disposizione: A. Donnarumma, Tătărușanu; Gabbia, Kalulu, Kjær; Díaz, Tonali.
Allenatore: Stefano Pioli

STELLA ROSSA (3-4-2-1): Borjan; Gajić, Pankov, Degenek; Gobeljić, Srnić (1’st Petrović), Sanogo, Kanga (24’st Katai); Ben (24’st Falco), Ivanić (39’st Nikolić); Falcinelli (27’st Pavkov).
A disposizione: Ćopić, Popović; Gavrić; Krstović, Vukanović.
Allenatore: Dejan Stanković

Ammoniti: 45′ Srnić (SR), 63′ Ibrahimović (M).
Espulso: 70′ Gobeljić (SR).

Arbitro: Manzano (SPA).

ROMA – BRAGA 3-1

Marcatori: 23’ Dzeko (R), 76’ Perez (R), 88’ Cristante aut. (B), 91′ B.Mayoral (R).

ROMA (4-3-2-1): Pau Lopez; Karsdorp, Cristante, Mancini, Peres; Villar (1’ st Pellegrini), Veretout (14’ st Spinazzola), Diawara; Pedro (32’ st Mkhitaryan), El Shaarawy (14’ st Perez); Dzeko (22’ st Mayoral)
A disposizione: Mirante, Fuzato, Ciervo, Darboe, Tripi
Allenatore: Fonseca

BRAGA (4-3-3): Tiago; Ze Carlos, Vitor Tormena, Rolando, Nuno Sequeira (25’ st Borja); Piazon (15’ st Fransergio), Novais, Gaitan (15’ st R. Horta); Galeno (32’ st Infande), Sporar (15’ st Ruiz), Horta.
A disposizione: Matheus, Santos, Al Musrati, Ruiz, Horta, Fransergio, Bruno Rodrigues, Vitor Oliveira
Allenatore: Carvalhal

Ammoniti: 27′ Veretout (R).

Arbitro: Ekberg (Svezia)