Atalanta-Real Madrid: assembramenti illegali fuori dallo stadio (VIDEO)

Assembramenti in violazione delle norme anti Covid prima di Atalanta-Real Madrid a Bergamo, una delle città più colpite dal virus

A nulla sono serviti gli appelli delle autorità sanitarie di Bergamo: prima di Atalanta-Real Madrid, gara valida per l’andata degli ottavi di Champions League, si sono verificati cortei e assembramenti in violazione delle vigenti normative anti Covid. I tifosi bergamaschi, ormai dimentichi dei carri militari pieni di bare della prima ondata del virus, si sono ritrovati per strada con sciarpe, bandiere e fumogeni per accompagnare i ragazzi di Gasperini verso il Gewiss Stadium.

Atalanta-Real Madrid: assembramenti verso il Gewiss Stadium

Centinaia e centinaia di supporters della Dea non hanno resistito al richiamo del match di cartello e dimenticando che la loro città sia stata unno dei simboli della piaga coronavirus, se ne sono infischiati del distanziamento e in alcuni casi anche delle mascherine. Dopo le scene già viste nei giorni scorsi a Milano prima del derby e a Roma prima di Lazio-Bayern, l’ATS (Agenzia di Tutela della Salute) di Bergamo si era premurata di pubblicare una lettera con la quale si invitavano i tifosi a rispettare le norme anti covid in occasione della partita.

Ignorato l’invito dell’ATS

“Accompagniamo i nostri calciatori nerazzurri idealmente con il sostegno della nostra vicinanza e col calore che loro meritano e noi sappiamo regalare, ma con la prudenza che il momento storico ci richiede, evitando assolutamente  la presenza  fisica allo stadio e nelle sue vicinanze: teniamo ben presente  il pericolo di contagio di quel virus che stiamo combattendo con tutte le nostre  forze e capacità”, si leggeva nella lettera. Parole al vento.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →