Napoli, Aurelio De Laurentiis: "Maradona sarà il nostro ambasciatore nel mondo". E altre frecciatine a Mazzarri...

Il presidente del club partenopeo, intervistato da Radio 24.

Il Napoli si è definitivamente messo alle spalle il periodo di alti e bassi con due convincenti vittorie ottenute davanti al pubblico di casa, allo stadio San Paolo. Dopo la vittoria con il campionato con il Milan, con la quale la squadra allenata da Rafa Benitez si è anche avvicinata al secondo posto, ieri sera è anche arrivato l'accesso alla finale di Coppa Italia con una scoppiettante vittoria ai danni della Roma, nella semifinale di ritorno terminata con il risultato di 3-0.

L'immagine emblematica della serata di ieri è stato sicuramente il festeggiamento in tribuna di Diego Armando Maradona al fianco del presidente Aurelio De Laurentiis. Il produttore cinematografico, a capo del Napoli da ormai un decennio, ha commentato la serata trionfante di ieri in un'intervista concessa a Radio 24.

Parlando di Maradona, De Laurentiis ha dichiarato che l'ex campione argentino è la persona più adatta per esportare il marchio Napoli nel mondo. Queste sono state le sue dichiarazioni a riguardo:

Ha avuto problemi col fisco ed era difficile vedersi o darsi appuntamenti. Lui potrebbe essere un fantastico ambasciatore del Napoli: abbiamo 6 milioni di tifosi in Italia e altrettanti nel mondo e lui può essere il nostro ambasciatore ad esempio in Usa o Inghilterra, oltre che in Sudamerica ed in Oriente.

maradona de laurentiis napoli roma

Aurelio De Laurentiis, successivamente, non ha risparmiato ulteriori frecciatine all'indirizzo dell'ex allenatore del Napoli, Walter Mazzarri.

Sottolineando le differenze con Benitez, il presidente, con una dichiarazione molto categorica, ha dichiarato che i "campioni" giocano con il 4-2-3-1, modulo dell'allenatore spagnolo, e non con il 3-5-2, modulo del tecnico dell'Inter.

Sempre riguardo l'allenatore nerazzurro, De Laurentiis ha anche svelato che, quando c'era Mazzarri al timone, inserire nuovi innesti era diventato difficile. Il presidente, facendo un esempio concreto, ha affermato che Eduardo Vargas, pallone d'argento in Sudamerica e pagato con una cifra importante, è diventato un "fantasma" per colpa di Mazzarri.

Di conseguenza, Aurelio De Laurentiis ha nuovamente elogiato Rafa Benitez, raccontando anche il primo incontro avvenuto con l'allenatore iberico. Il presidente ha dichiarato che gli sono bastate appena due ore per capire che era l'uomo giusto per il Napoli, dandogli subito una fiducia incondizionata.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: