Rivaldo ancora in campo, trattativa con il Portsmouth

I suoi primi quarant’anni potrebbero concludersi con un ennesimo nuovo inizio: l’ex grande stella brasiliana Rivaldo (classe 1972) è infatti ai dettagli con il Portsmouth, attualmente in League 1 ma soltanto due anni fa in Premiership. In realtà, il campione paulista anche Pallone d’Oro ha già provato con la squadra convincendo tecnico e staff: ora

I suoi primi quarant’anni potrebbero concludersi con un ennesimo nuovo inizio: l’ex grande stella brasiliana Rivaldo (classe 1972) è infatti ai dettagli con il Portsmouth, attualmente in League 1 ma soltanto due anni fa in Premiership. In realtà, il campione paulista anche Pallone d’Oro ha già provato con la squadra convincendo tecnico e staff: ora è soltanto più una questione di denaro e accomodation, poi sarà quindi il momento della firma.

Rivaldo, per chi non ne avesse seguito le gesta dopo la parentesi al Milan, ha continuato sempre a giocare, a far numeri (soprattutto da fermo), a mostrare la propria classe fissando il suo appuntamento con i gol pesanti sia nella lunga permanenza in Grecia tra Olympiakos e Aek Atene, sia nel ritorno in Brasile con la maglia del “suo” San Paolo, sia poi nelle curiose annate in Uzbekistan e Angola. Tra l’altro, Rivaldo resta uno dei pochi giocatori della storia ad aver vinto quattro titoli nazionali in quattro paesi diversi.

Insomma, Rivaldo è ancora un calciatore che può unire esigenze di immagine di un club medio-piccolo con la sostanza del risultato. Per lo meno è questo che si augurano a Portsmouth, e sotto questo punto di vista l’Inghilterra ha meno paura di incorrere in mero azzardo: esempio ne sono le storie di Paolo Di Canio (soprattutto da allenatore), Edgar Davids (adesso davvero allenatore e timoniere del Barnet) e forse Nuno Gomes, visto che per il portoghese si chiacchiera nelle ultime ore di un ruolo da player/manager nel nobile decaduto Blackburn.