Radamel Falcao al Monaco, quando i soldi fanno la felicità

La bomba di calciomercato: Falcao pronto a trasferirsi nel Principato alla corte del Monaco appena tornato in Ligue 1 e allenato da Claurio Ranieri. 60 milioni l’importo della clausola rescissoria.

di

Il primo colpo del calciomercato estivo è un vero e proprio “botto”. Radamel Falcao, attaccante dell’Atletico Madrid, starebbe per trasferirsi in Francia alla corte del Monaco. La squadra del Principato, allenata da Claudio Ranieri, ha appena centrato la promozione in Ligue 1 tornando nel suo campionato d’appartenenza e il milionario russo che è proprietario del club, Dmitry Rybolovlev, ha deciso di aprire il portafogli per un colpo a sensazione: 60 milioni di euro per la clausola rescissoria del Tigre, l’attaccante colombiano ex Porto uno di quei bomber da 35 gol a stagione che farebbero la fortuna di qualsiasi squadra.

Falcao era nel mirino del Chelsea, anche in ottica “ritorno di Mourinho”, ma Rybolovlev avrebbe bruciato il connazionale Abramovich arrivando a Madrid con l’offerta giusta e convincendo anche il calciatore ad accettare un’avventura certamente remunerativa per lui dal punto di vista dell’ingaggio quanto poco stimolante considerando che il Monaco nella prossima stagione potrà giocarsi soltanto la Ligue 1 (fra l’altro contro l’altra squadra dei ricconi, il Paris Saint Germain che stasera potrebbe festeggiare lo scudetto dopo 19 anni).

Altro che fascino dell’Europa League e della Champions League, il passaggio di Falcao al Monaco sarebbe l’ennesima conferma che quando ci sono soldi in quantità industriale tutte le necessità dei top player di giocare in squadre che possono offrire traguardi importanti vengono improvvisamente accantonate. Si resta in attesa di conferme, ma la notizia appare fondata. Stasera Falcao scenderà in campo per una delle ultime partite con la maglia dell’Atletico Madrid che lo acquistò reinvestendo il denaro incassato per la cessione di Aguero al Manchester City nell’estate del 2011. In due stagioni Falcao ha contribuito con 69 gol in 88 presenze alla conquista dell’Europa League e della Supercoppa Europea (vinta con una tripletta segnata proprio allo Stade Louis II al Chelsea), il prossimo anno sarebbe arrivata finalmente l’ora del ritorno in Champions League, ma il colombiano sembra disponibile a rinviare l’appuntamento.

I Video di Calcioblog