Il neo-papà Luca Toni lascia Firenze: "Voglio giocare ancora"

Luca Toni non molla, anzi rilancia: un anno fa, a giugno, il mondo pareva cadergli addosso quando l'esperienza esotica all'Al Nasr si era conclusa con un arrivederci e grazie e la compagna Marta Cecchetto perdeva il loro primogenito due giorni prima che nascesse. Tanta solidarietà per il lugnagnone di Pavullo nel Frignano, il 31 agosto poi la chiamata meno attesa e più bella: perso Berbatov sul filo di lana, Daniele Pradé pensa a lui per rimpolpare l'attacco della Fiorentina, l'ex idolo della Fiesole accetta con entusiasmo e dopo Bayern, Roma, Genoa, Juve e appunto Al Nasr, torna a Firenze cinque anni dopo la sua dipartita verso la Baviera. E al Franchi Luca Toni si trova subito a suo agio, siglando alla fine 8 gol e risultando indispensabile quale uomo spogliatoio:

"E' stata una stagione fantastica, oltre ogni aspettativa. Abbiamo giocato un gran calcio, peccato solo per la Champions che sarebbe stata meritata per la Fiorentina. Adesso il difficile sarà riconfermarsi, ma la base è molto buona, vediamo che acquisti riuscirà a fare la soietà. Venire a Firenze è stata una scommessa, lo sapevo".

E' un Toni rilassato, felice, tanto più perché da dieci giorni finalmente è diventato papà della piccola Bianca. Nonostante i 36 anni si sente ancora un calciatore a tutti gli effetti, come spiega a Lady Radio:

"Adesso la società ha preso altre decisioni, ma non c'è nessuna delusione da parte mia. Ho ringraziato comunque la famiglia Della Valle, che fra l'altro mi hanno anche offerto un ruolo tra gli allenatori del settore giovanile viola, ma non mi sentivo ancora pronto per questo ruolo. Sento di poter dare ancora qualcosa al calcio giocato. Il Verona? Fra pochi giorni deciderò il mio futuro, per adesso mi godo la famiglia".

In effetti l'Hellas Verona è più che una possibilità per il centravanti emiliano: solo tre giorni fa pareva che fosse tutto fatto, con tanto di contratto annuale a 400mila euro netti. Il presidente dei veneti Setti ha però frenato, dichiarando che seppur interessa al momento mancano dei dettagli per poterlo annunciare ufficialmente. Sembra che Toni abbia preso un piccolo periodo di pausa per capire quanto e quale mercato possa avere, il tutto ragionando anche in termini di volontà di Marta alle prese con la piccola Bianca per quanto riguarda l'ennesimo trasloco: l'Ajaccio di Ravanelli si è infatti fatto sotto, ma occhio anche un clamoroso approdo al Modena, a due passi da casa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail