Il Napoli 'sistema' Cavani, ma i problemi sono in difesa

55 milioni di euro e quasi 9 milioni di euro al giocatore: Chelsea-Cavani pare al rush finale. Eppure ciò che preoccupa i partenopei, e soprattutto Benitez, è la quadra da trovare per la difesa. Sui nomi, prima che tatticamente (con ogni probabilità dopo anni al San Paolo si tornerà vedere e vivere la classica difesa a 4). In attacco e a centrocampo c'è ottimismo perché ci sono assensi e soprattutto le piste attive sono plurime, a centrocampo quasi stesso discorso partendo da un reparto già di ottimo livello.

La difesa invece è un problema. Il problema. Ecco perché ci sono tentativi per forzare la mano su almeno due nomi nuovi: Ranocchia dell'Inter e Granqvist del Genoa. Niente da fare per Martin Caceres della Juventus, sul quale Bigon ha chiesto informazioni (non è neppure un incedibile) ma che se si muove lo farà soltanto per destinazione estera.

Si tratta di operazioni rispettivamente ad 15 e 10 milioni di euro, difficile praticarle entrambe, ma una è necessaria per affiancare il nome internazionale che potrebbe arrivare. Il candidato resta lo slovacco Skrtel, sul quale stanno lavorando congiuntamente i dirigenti di De Laurentiis, lo stesso Benitez e Marek Hamsik. L'alternativa può essere il brasiliano Dedé, il sogno è Mascherano, l'uomo da mettere nel gruppo il romanista ed ex interista Burdisso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail