Abate dice sì, pronto il rinnovo con il Milan fino al 2016

L'assalto della Roma, consapevole che Maicon è un calciatore da sfruttare nell'immediato e poco più, dovrebbe risolversi con un nulla di fatto: Ignazio Abate sta per siglare il rinnovo con il Milan nonostante tra le parti ci fosse, fino a qualche settimana fa, una certa freddezza di rapporti. La causa ovviamente furono i ripetuti tentativi di cessione messi in campo da Galliani, forse ormai convinto che De Sciglio fosse sulla rampa di lancio, i quali però non hanno mai trovato i 10 milioni cercati sul mercato, se non dalla Russia, destinazione rifiutata però dal calciatore.

Il laterale rossonero, quindi, stipulerà un rinnovo biennale che dovrebbe andare fino a giugno 2016 con opzione per il terzo anno, garantendosi ancora spazio e fiducia nel club nel quale è cresciuto grazie al padre, l'ex portiere Beniamino Abate, che ha sempre creduto in lui. Era un'ala/tornante, Abate, ma fu Leonardo a catechizzarlo da quarto basso: un eventuale accordo con il Milan porterà De Sciglio a sinistra in futuro ("alla Maldini", come dicono i tifosi) e chiuderà una volta per tutte lo spazio ai rumours.

La firma dovrebbe arrivare a novembre, o comunque prima del Natale, a prescindere che i rossoneri siano o meno ancora in corsa per la Champions League o per il terzo posto in campionato. Insomma, le parti si sono ritrovate con un piccolo adeguamento e con la disponibilità di Abate che al Milan è realmente affezionato, puntando un giorno, magari per sola necessità, a vestirne la fascia da capitano. La Roma ne prenderà atto e magari tornerà su Gregory van der Wiel, già proposto a Sabatini nell'agosto scorso e sempre più lontano da Parigi quando arrivò per sposare il progetto-Ancelotti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail