Ex Milan: Dida a 40 anni firma per l'Internacional, Ronaldinho cercato dal Palmeiras

Le ultime novità che riguardano gli ex (ma non solo) brasiliani del Milan

Mentre Marisa Ramos, agente di Robinho, nega che il Santos voglia riportare in Brasile l'attaccante del Milan, spiegando a Lancenet che Galliani "viene sempre in Brasile in questo periodo" e assicurando che "non ci sono trattative in corso" anche perché se "a giugno, quando era in scadenza di contratto, il Santos non ha dato a Robinho quello che voleva, perché dovrebbe farlo ora che ha un contratto fino al 2016?", arrivano in Italia novità interessanti che riguardano due brasiliani che in passato hanno vestito la maglia del Milan.

Nelson Dida, che ha militato nel club rossonero dal 1999 (anche se la prima presenza è arrivata solo nel 2000) fino al 2010, vincendo anche due Champions League, altrettante Supercoppe europee e uno scudetto, rendendosi però talvolta protagonista di errori clamorosi e di prestazioni non all'altezza, ha firmato un contratto biennale con l'Internacional. La squadra di Porto Alegre, annunciando la notizia sul suo sito ufficiale, ha spiegato che il portiere 40enne resterà legato al club per due anni (l'ingaggio non è stato rivelato). Il brasiliano ha dichiarato:

Il contratto di due anni mi da fiducia perché dimostra che la società crede in me. Sarà una grande sfida, ma io credo nella mia capacità di fare bene. Lavorerò duro per ottenere il meglio da me stesso.

Infine, c'è la trattativa per portare Ronaldinho al Palmeiras. Il club infatti ha espresso il proprio interesse verso il 33enne fantasista brasiliano, in scadenza di contratto con l'Atletico Mineiro. Il direttore esecutivo Josè Carlos Brunoro a Radio Globo ha detto:


Ogni club sta pensando a Ronaldinho, perché è un grande giocatore. Certo che ci interessa, ma siamo molto lontani dalla firma in questa fase. Se sarà ancora disponibile nel mese di gennaio, possiamo iniziare a pensarci.

A quanto pare il Palmeiras è però già in cerca di uno sponsor per finanziare l'affare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail