Zenit San Pietroburgo – Borussia Dortmund 2-4 | Highlights Champions League | Video gol (Doppietta di Lewandowski)

Il video con i gol e gli highlights di Zenit – Borussia Dortmund 2-4: a segno Mkhitaryan, Reus, doppietta di Lewandowski, Shatov e Hulk su rigore.

[iframe width=”620″ height=”349″ src=”http://videa.hu/player?v=EYlswpEvmQKpqjQU” frameborder=”0″]

Dopo i novanta minuti giocati in Russia il Borussia Dortmund ha messo una seria ipoteca sul passaggio del turno, il 4-2 ottenuto in casa dello Zenit è un macigno che obbliga la squadra di Spalletti ad un’impresa in Germania. Complice la pausa invernale la squadra russa è sembrata troppo sulle gambe, la difesa è stata lasciata spesso alla mercé delle folate offensive giallonere e così dopo appena cinque minuti i ragazzi di Klopp sono già avanti di due gol. La prima rete della partita la mette a segno Mkhitaryan servito da Reus che scatta sul filo del fuorigioco e serve all’armeno un pallone da spingere solo in porta. L’ex Shakhtar si sdebita un minuto offrendo a Sahin una palla molto interessante, il turco di prima appoggia per il tedesco che batte per la seconda volta Lodigin.

Passa quasi un’ora prima di assistere alla reazione dei padroni di casa che al 57′ accorciano le distanze al termine di un’azione molto confusionaria: Rondon colpisce il palo, la palla rimbalza indietro e finisce sui piedi di Shatov che di destro batte Weidenfeller, ma c’è una posizione di fuorigioco, ritenuta passiva dal direttore di gara, di un giocatore dello Zenit che lascia qualche perplessità. In quattro minuti però il Borussia ristabilisce le distanze, Piszczek si invola sfruttando i soliti buchi lasciati dai difensore, serve Lewandowski che sigla il 3-1 con una conclusione troppo facile per uno come lui.

Al 69′ lo Zenit riaccorcia le distanze, ancora grazie ad un episodio quanto meno controverso: l’arbitro assegna infatti un calcio di rigore ai russi per uno scontro in area tra Fayzulin e Piszczek, ma non sembrano esserci responsabilità da parte del terzino polacco. Sul dischetto si presenta Hulk che non sbaglia e illude i tifosi sugli spalti del Petrovsky Stadium. Ancora una volta però basta poco al Borussia Dortmund per ripristinare il doppio vantaggio, ci pensa ancora Lewandowski che con un diagonale di destro batte ancora una volta un’incolpevole Lodigin. Lo Zenit di Spalletti si arrende allo strapotere dei ragazzi di Klopp e dovrà vincere almeno 3-0 a Dortmund per passare il turno, un’eventualità abbastanza remota per quanto visto stasera, ma nel calcio non si può mai dare nulla per scontato.

Zenit San Pietroburgo – Borussia Dortmund 2-4 | Fotogallery

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →