Scandalo Liga: dopo il Barcellona a rischio sanzioni anche Real Madrid e Atletico

Non solo il Barcellona: anche Real Madrid e Atletico Madrid temono sanzioni dalla Fifa che potrebbe bloccare loro i movimenti di calciomercato

La Liga Spagnola trema, poiché lo scandalo che ha portato la Fifa a sanzionare il Barcellona con due stagioni senza movimenti di mercato, potrebbe allargarsi e coinvolgere altri top club iberici. La decisione del massimo organismo calcistico mondiale, si è resa necessaria in seguito alla violazione da parte del club blaugrana, della norma che tutela i trasferimenti dei minori. Il Barcellona si è così assicurato una forte multa e l’impossibilità ad effettuare transazioni di mercato (potrà solo tesserare calciatori svincolati) per le prossime due sessioni. Secondo le testate ‘AS’ e ‘Marca’, però, anche Real Madrid e Atletico Madrid rischiano di subire la stessa sorte.

La Fifa, infatti, avrebbe avviato indagini nei confronti dei due club di Madrid, che sono sospettati di aver violato anch’essi l’ormai temutissimo articolo 19. Alla fine, proprio i tre club che si stanno contendendo la vittoria della Liga, potrebbero subire la stessa sorte ed essere costretti a giocare con la rosa attuale senza poterle apportare delle modifiche per diverso tempo. In cattiva luce, inoltre, finisce anche la federcalcio spagnola, che dovrà pagare un’ammenda di 410 mila euro e adeguarsi immediatamente – pena altre sanzioni – alle normative internazionali in merito ai trasferimenti dei baby calciatori.

Alle inadempienze dei club spagnoli, secondo i quotidiani iberici, gli 007 della Fifa sarebbero arrivati seguendo sostanzialmente tre piste. Innanzitutto ha insospettito il cambio di domicilio familiare e della città dalla quale sarebbero stati prelevati i giovani calciatori; poi il tesseramento di giocatori di età inferiore a 16 anni (l’età limite secondo l’UE); infine, le notevoli distanza in termini di chilometri, alterate ad arte per depistare e rendere meno tracciabili gli stessi trasferimenti. Insomma, un sistema ben collaudato, anche se il Barcellona – visto che nell’organo giudicante della Fifa c’è anche un ex dirigente del Real Madrid – ritiene si tratti solo di un complotto. Certo non è da escludere che dietro l’avvio di questa indagine ci possa essere stata la denuncia da parte di qualche altro club della Liga, magari un club minore che si è visto sfuggire di mano qualche campioncino poi finito alle più blasonate squadre della nazione.

I Video di Calcioblog