Pirlo: “Juventus-Benfica? Peccato per loro”

Il regista bresciano: “In campionato non siamo distratti dall’impegno europeo, vogliamo arrivare il più lontano possibile”.

Andrea Pirlo Best Free Kicks Montage | Juventus Season 2014 HD” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=Renex0sZ1YI”]

Andrea Pirlo è carico per il mese decisivo di questa stagione 2013-2014. Tanto da minacciare il Benfica, l’avversaria che l’urna ha accoppiato alla Juventus per la semifinale di Europa League: “In semifinale c’erano tre squadre, tutte forti. E’ capitato il Benfica e peccato per loro”. Del resto, il professore in Europa ha già ‘punito’ Fiorentina e Lione e non c’è due senza tre. “Ho tanti modi di tirare le punizioni, la cosa importante è che il pallone finisca in rete. Poi se si tira a destra, a sinistra, sopra o sotto la barriera non conta”.

Pirlo ha parlato a margine dell’evento organizzato da Fructis di Garnier allo stadio Olimpico di Torino. E, naturalmente, il regista bresciano non poteva non rispondere alla domanda sulla sua grandissima popolarità anche oltre gli italici confini: “Fa piacere essere conosciuti all’estero, specialmente dai bambini. Significa che hai fatto e stai facendo qualcosa d’importante. E’ successo in Spagna e poi al Maracanà: spero di dare altre soddisfazioni ai miei fan”.

Il Maracanà, il Brasile, i Mondiali. L’Italia alla prossima rassegna iridata avrà un’arma in più: Balotelli l’uomo che può farci fare il salto di qualità? Non ho consigli da dare a Mario, non credo senta troppe responsabilità. E’ grande abbastanza. L’importante è che ci arrivi nella migliore condizione fisica”. Quella condizione che Pirlo pare aver trovato da diversi anni a questa parte. Qual è il segreto? “Per giocare tanti anni a grandi livelli devi fare vita da atleta, mangiare bene e ogni tanto pure cedere a qualche vizio”.

Infine, riecco la Juve: “Non saremo distratti dall’impegno europeo in campionato. Dopo l’uscita dalla Champions League, sapevamo che l’obiettivo era arrivare il più lontano possibile in Europa League. Ora siamo in semifinale e va bene così”. E poi ci sarà di nuovo la Champions perché Pirlo per ora non ha alcuna intenzione di appendere le scarpe al chiodo: “Per ora mi diverto, ho voglia di giocare e non penso al ritiro”.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →