Alex al Milan, visite mediche e prima intervista: "Club meraviglioso"

Primo acquisto per il Milan 2014-2015. Il difensore brasiliano Alex ha vissuto la sua prima giornata da rossonero: svincolatosi dal Paris Saint Germain, il difensore brasiliano, 32 anni, sarà un giocatore delo Milan per i prossimi due anni con opzione per un terzo anno. Ci sono voluto solo quattro giorni per chiudere l’operazione: su Alex il Milan stava lavorando da tempo, ma in questi giorni Adriano Galliani e Filippo Inzaghi, prossimo tecnico, hanno dato personalmente l’impulso decisivo alla trattativa. Subito dopo aver superato le visite mediche, Alex ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da rossonero a Milan Channel:

“Sono molto contento di essere qui - dichiara il brasiliano - , mi hanno parlato molto bene del club. Sono davvero felice di essere in una squadra importante come il Milan. La prima impressione è meravigliosa, qui è tutto organizzato molto bene”.

Già qualche anno fa il difensore centrale è stato vicino al Milan, ma poi non se ne fece nulla, lo racconta egli stesso, confermando che Carlo Ancelotti, ex tecnico rossonero, sia un grande amico:

“Quando ero al PSV Eindhoven, c’è stata la possibilità di venire qui al Milan con Ancelotti in panchina, che poi ho incontrato al Chelsea e mi ha voluto anche al PSG. Ancelotti è una persona fantastica, è come un padre per me, lo ringrazio per le belle parole che ha speso per me”.

Il Milan riparte senza coppe europee e con l’obiettivo di cancellare la stagione no conclusasi con Clarence Seedorf in panchina. Alex ha le idee chiare in merito, e sembra già essersi calato nella nuova realtà:

“Dobbiamo iniziare al meglio la stagione per riportare il Milan nelle posizioni che merita, cioè in Champions League. Dobbiamo lottare vincere il campionato e tornare così in Champions. Un messaggio ai tifosi? Grazie a tutti, confermo il mio impegno di lottare duramente per vincere con il Milan. Forza Milan!!!”.

alex-grande

Archiviata la pratica Alex, ora il Milan definirà anche l’ingaggio di un altro parametro zero, Jeremy Menez: il fantasista francese è stato raggiunto da Galliani e Inzaghi ad Ibiza nei giorni scorsi e ha dato il suo sì di massima. L’ex romanista era stato accostato per lungo tempo alla Juventus, ma il Milan è stato più deciso e concreto dei bianconeri.

Quanto alle altre operazioni di mercato, Galliani tenterà di concentrare il budget a disposizione per i riscatti di Rami e Taarabt (servono almeno 4 milioni a testa), poi si punterà ad un forte attaccante. Si parla tanto di Mario Mandzukic del Bayern Monaco, ma per arrivare al croato occorre cedere un pezzo da novanta. Mario Balotelli è uno dei principali indiziati: dal suo addio il Milan può ricavare un importante gruzzolo, ma pare che il Galatasaray di Roberto Mancini si sia già defilato. Rimane in lizza l’Arsenal, ma molto dipenderà dalle trame che tesserà l’abile Mino Raiola, agente di ‘Supermario’.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: