Calciomercato, giallo Kakà: c'è l'accordo con il San Paolo, ma lui frena

L’addio di Ricardo Kakà al Milan è dietro l’angolo: nella giornata di oggi si sono rincorse una serie di voci che vorrebbe il fantasista brasiliano d’accordo con il San Paolo. Dopo una sola stagione di ritorno al Milan, Kakà sarebbe pronto a volare in Brasile giocare fino a marzo del 2015 in prestito al San Paolo e poi trasferirsi a titolo definitivo ad Orlando, negli Stati uniti. La Major League Soccer è da tempo nel destino del campione verdeoro, ma il trasferimento sarà possibile solo a partire da aprile del 2015, ragion per cui, il giocatore sta cercando una soluzione ponte per tre quarti della prossima stagione.

Il diretto interessato smentisce dichiarando dal Brasile che il 9 luglio si presenterà normalmente presso il ritiro del Milan, ma secondo La Gazzetta dello Sport’ proprio oggi ci sarebbe stata l’intesa tra Orlando e il San Paolo: in sostanza, il club americano tessererà il brasiliano e lo parcheggerà per sei mesi in Brasile. Lo avrebbe chiesto proprio Kakà con lo scopo di stare più vicino alla famiglia, o come dicono i magazine gossippari, per coltivare la love story con la nuova fiamma, Jackeline Oliveira. A condurre le trattative, il padre di Kakà, che dopo l’intesa tra San Paolo e Oraldno, avrebbe raggiunto un accordo di massima proprio con il club brasiliano.

AC Milan v AC Chievo Verona - Serie A

Bosco Leite, papà del campione verdeoro, avrebbe dunque in mano già il pre-contratto e stando a quanto riferisce il quotidiano paulista ‘Folha de S.Paulo’, già la prossima settimana potrebbe esserci la presentazione del giocatore alla stampa. Sta di fatto che Kakà, presenziando ad un evento pubblicitario con uno sponsor, è caduto dalle nuvole:

"Non sto andando via dal Milan - ha detto -. Tutti gli anni, in questo periodo, si specula molto sul mio futuro. L'unica certezza è che il 9 luglio devo presentarmi al ritiro del Milan".

Frasi di circostanza, o semplicemente Kakà non ha avuto modo di sentirsi con il papà che nel frattempo avrebbe chiuso la doppia trattativa?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail