Tris d'assi per Astori: schermaglie Juve, Lazio e Manchester City

Tutto nasce dalla politica della nuova proprietà Giulini, insediatasi a Cagliari con l'idea di rinnovare un organico non malvagio partendo da alcune cessioni importanti (Ibarbo e Astori) e da alcune dure rinunce (Cossu, ma difficilmente Conti che ha appena rinnovato). L'allenatore si sa, sarà Zdenek Zeman, e quindi nessuna paura nel ribaltare il parco giocatori puntando anche su molti più giovani del solito.

Trascurando al momento Ibarbo, impegnato nel mondiale brasiliano e con il club sardo che punta ad ottenere il massimo dai nuovi valori di mercato dell'attaccante, desta invece interesse in queste la posizione di Davide Astori, sedotto e abbandonato durante la scorsa estate da Milan e Napoli, quindi quasi prenotato dalla Roma che però durante l'anno ha rivalutato Castan e lanciato un altro mancino rampante come Romagnoli.

Per il centrale difensivo cresciuto nelle giovanili del Milan c'è comunque una nuova bagarre, a dimostrazione che potrebbero essere queste le ore decisive per capire il suo futuro (cessione a 6/7 milioni di euro): la Lazio, a queste cifre s'è lanciata a capofitto; l'alternativa per i biancocelesti potrebbe essere Britos del Napoli; la Lazio però è impaurita dalle avance di Juventus (fuori Ogbonna a sorpresa, guarda caso cercato dai biancocelesti?) e soprattutto del Manchester City che cerca un mancino in più per la difesa dopo che l'ex viola Nastasic ha chiesto la cessione.

I Citizens hanno un debole per i difensori italiani e dopo che non riuscirono a prendere Ranocchia dall'Inter e ancora prima Chiellini della Juventus magari con Astori potrebbe anche essere la volta buona. E in questo caso il Cagliari potrebbe anche mirare a prendere un paio di milioni in più...

Genoa CFC v Cagliari Calcio - Serie A

  • shares
  • Mail