Calciomercato Sampdoria: ‘no’ a Cassano sognando Pato

L’ultima idea della Sampdoria è Alexandre Pato. L’ex milanista cerca una squadra in Italia ed a Genova potrebbe rilanciarsi

Il Presidente Massimo Ferrero sogna una grande Sampdoria proiettata verso il futuro. Non ci sarà dunque spazio per Antonio Cassano nel nuovo corso blucerchiato, perché il novello proprietario proprio questa sera ha smentito con fermezza le voci di mercato sul barese: “È un grande calciatore che io stimo molto, però andiamo avanti, dobbiamo fare una nuova Samp, basta parlare sempre del nulla“. Queste parole metteranno definitivamente fine alle presunte indiscrezioni, probabilmente alimentate dallo stesso Cassano che a Genova sarebbe tornato volentieri insieme alla sua famiglia già nel gennaio scorso quando c’erano ancora i Garrone.

Il Presidente Ferrero però guarda solo avanti, ed ha confermato che dal Catania appena retrocesso arriveranno due nuovi giocatori, senza voler svelare i nomi. Nelle ultime ore si è parlato di Frison, Lodi e Bergessio, anche se quest’ultimo pare sia conteso anche da Fiorentina ed Al Jazira. Aspettando di conoscere i nomi dei due giocatori in arrivo dalla Sicilia, oggi a Bogliasco si è già allenato Duncan prelevato in prestito biennale dall’Inter. Non arriveranno invece gli svincolati Samuel e Cambiasso perché non interessati a giocare in Italia dopo la lunga militanza interista.

Intanto, secondo Gianluca Di Marzio, la Sampdoria starebbe preparando un colpo a sorpresa. Pare che Ferrero abbia chiesto informazioni sulla situazione dell’ex milanista Alexandre Pato, desideroso di tornare a giocare nel campionato italiano dopo le esperienze poco fortunate con Corinthians e San Paolo. La Sampdoria per il brasiliano forse non rappresenterà la soluzione ideale ma, dopo il rifiuto della Juventus e lo scarso interesse dimostrato dall’Inter, proprio la Sampdoria potrebbe rivelarsi la piazza giusta per rilanciarsi riguadagnando il corteggiamento delle big.

I Video di Blogo

Cristiano Ronaldo live su Instagram: “Quel signore dall’Italia che dice bugie…”