Calciomercato, Gomez non vuole tornare in Ucraina: ipotesi Fiorentina

Nonostante le rassicurazioni del Metalist Kharkhiv, il ‘Papu’ Gomez non vuole tornare in Ucraina: può ritrovare Montella alla Fiorentina

Alejandro “el Papu” Gomez non ha alcuna intenzione di tornare in Ucraina. Il centrocampista offensivo argentino, con un passato nel Catania, ha paura per la propria incolumità e per quella della propria famiglia, vista la difficile situazione in cui versa il Paese che lo ha adottato nell’estate del 2013. Gli stranieri, dunque, sono in fuga dal campionato ucraino, che non poteva rimare esente dalle conseguenze di una guerra che sta letteralmente martoriando un’intera popolazione. Dopo i brasiliani dello Shakhtar Donetsk, dunque, anche il 26enne argentino del Metalist Kharkhiv non vuole giocare nel campionato ucraino, almeno fino a quando la situazione non tornerà alla normalità.

Gomez si è fatto praticamente portavoce di un disagio lamentato anche da altri argentini in rosa, ossia Sebastian Blanco, Jonathan Cristaldo e José Sosa. Il primo si è fermato in Austria dopo la tournée della squadra e non vuole saperne di tornare in Ucraina; gli altri due si trovano invece in Argentina – come Gomez – in attesa che giungano buone nuove dal Metalist Kharkhiv. Intervistato dal portale ucraino ‘football.ua’, ‘el Papu’ ha spiegato così le sue paure:

“E’ inutile restare in Ucraina – dice l’argentino – la situazione politica che sta vivendo, con la gente uccisa per strada, è qualcosa che non ha senso. Si vive tutti in una situazione d’instabilità, di angoscia, siamo nel panico”.

La scorsa settimana, poi, c’è stato l’abbattimento dell’aereo malese, che ha ulteriormente alzato la tensione: nessuno è al sicuro e Gomez sogna il ritorno in Italia.

“Dopo quello che è successo non ho alcuna intenzione di tornare. La situazione non è tranquilla, e io voglio rimanere a Buenos Aires finché non ci sarà qualche garanzia. Non posso esporre la mia famiglia a dei rischi”.

Dopo l’ottima esperienza in Italia con la maglia del Catania, dunque, l’argentino potrebbe tornare nella nostra serie A: a volerlo c’è la Fiorentina di Vincenzo Montella, tecnico che ha già allenato Gomez in Sicilia e che lo avrebbe indicato alla dirigenza viola come l’ideale sostituto di Juan Cuadrado, se il colombiano dovesse puntare i piedi e chiedere di essere ceduto a tutti i costi.