Drogba al Chelsea, è ufficiale: “Sono tornato a casa”

Didier Drogba torna al Chelsea: dopo due stagioni lontano da Londra, l’attaccante ivoriano riabbraccia José Mourinho a 36 anni

Il Chelsea riabbraccia ufficialmente Didier Drogba: dopo aver salutato il pubblico dello Stamford Bridge al termine della stagione 2011-2012, l’attaccante ivoriano è tornato a casa. Il club londinese lo ha accolto a braccia aperte dopo l’espressa richiesta di José Mourinho, tecnico portoghese che lo ha già allenato durante la sua precedente gestione alla corte di Roman Abramovic. “Drogba di certo non ha bisogno di presentazioni”, è l’annuncio dei ‘Blues’, con i quali l’ex Shanghai e Galatasaray ha firmato un contratto annuale. A 36 anni, dunque, il bomber ivoriano si rimette in gioco, pur consapevole che non essendo più un ragazzino non avrà di certo vita facile a trovare il posto da titolare fisso.

“E’ stata una decisione facile – le prime parole di Drogba da nuovo giocatore del Chelsea – non potevo perdere l’occasione di tornare a lavorare con Josè. Tutti conoscono il rapporto speciale che ho con il club, qui mi sono sempre sentito a casa”.

Drogba ha già vestito la maglia del Chelsea dal 2004 al 2012, conquistando ben 3 Premier League, 2 Coppe di Lega, 2 Community Shield, 4 Coppe d’Inghilterra e una Champions League nella stagione 2001-2012. Un vero e proprio recordman per il club londinese, che dopo un’esperienza non proprio esaltante in Cina e la parentesi dello scorso anno al Chelsea con 37 partite e 15 reti, ha deciso di provare a rimpolpare la propria bacheca con qualche altro titolo. Sul suo investimento, si gioca molto proprio il manager portoghese Josè Mourinho, che nonostante le grandi spese della scorsa estate, ha concluso la passata stagione con un pugno di mosche.

“Il mio desiderio di vincere – aggiunge Drogba – è sempre lo stesso e io guardo già all’opportunità di aiutare questa squadra. Sono eccitato per questo nuovo capitolo della mia carriera”.

Mourinho, regista di questo grande ritorno, non può che essere soddisfatto dell’ingaggio del suo vecchio pupillo:

“Drogba è arrivato perché è uno dei migliori attaccanti d’Europa. Conosco il suo carattere molto bene e so che se è tornato non lo ha fatto pensando a quello che ha raggiunto con il club. E’ venuto con la mentalità di fare ancora la storia”.

In otto stagioni al Chelsea, Drogba ha collezionato in tutto 341 presenze e ben 157 reti. Nelle scorse settimane il suo nome è stato accostato con insistenza alla Juventus, ma il club bianconero non ha trovato l’intesa con l’entourage dell’ivoriano, che a quanto pare chiedeva un ingaggio troppo elevato per le casse bianconere. Al Chelsea, Drogba percepirebbe qualcosa come 4 milioni di euro netti più bonus.