Calciomercato: Cassano verso la Sampdoria, contatti con Ferrero

L’imminente penalizzazione del Parma apre al ritorno di Cassano alla Sampdoria: ci sarebbero già stati i primi contatti con il patron doriano

Ritorno di fiamma tra Antonio Cassano e la Sampdoria: il nuovo matrimonio potrebbe essere celebrato già durante la prossima sessione invernale del calciomercato e a semplificare le cose ci sarebbe la difficile situazione finanziaria del Parma, che non ha fatto fronte a tutte le scadenze di metà novembre e ora scatterà quasi certamente la penalizzazione. Già lo scorso anno si era parlato di un possibile ritorno di ‘Fantantonio’ a Genova, lasciata in modo burrascoso nel gennaio del 2011in seguito a dissapori con l’allora patron Garrone. Ora alla Sampdoria tante cose sono cambiate e a capo della società c’è il vulcanico Massimo Ferrero, con il quale pare ci siano già stati i primi contatti.

In estate qualcuno aveva avanzato l’ipotesi di un ritorno di Cassano alla Samp, ma proprio Ferrero si era dimostrato contrario affermando di non credere molto ai ‘cavalli di ritorno’. Fantantonio aveva replicato con una battuta (“Ferrero chi? Quello della Nutella?”), ma si tratta di una querelle mediatica che lascia il tempo che trova e che sarebbe messa da parte in pochi minuti per il bene del club blucerchiato. Tanto è vero che, secondo la ‘Gazzetta dello Sport’, Ferrero avrebbe già ospitato Cassano a Roma la scorsa settimana. I due si sarebbero chiariti, sempre che ci fosse qualcosa da chiarire, e hanno gettato le basi per il nuovo contratto da siglare a gennaio.

A 32 anni, il fantasista barese non ne può più di stare in fondo alla classifica di serie A con la prospettiva di una retrocessione che potrebbe diventare inevitabile in caso di penalizzazione causata dai problemi societari. Certo non sarà facile confezionare l’affare già a gennaio, anche se per il Parma liberarsi di un ingaggio così pesante sarebbe un toccasana: da parte sua, la Sampdoria dovrebbe sforare il proprio tetto ingaggi per riabbracciare il fantasista, ma spera in uno sconto “del cuore”. Più probabile che l’affare si faccia a giugno, quando sarebbe più facile per la famiglia Cassano trasferirsi nuovamente a Genova, la città della moglie.