Juventus: l’importanza degli attaccanti

Gli attaccanti della Juventus paiono trovarsi molto bene con il nuovo modulo di Allegri: ecco le percentuali di segnature prima e dopo il passaggio alla difesa a 4.

Dopo anni in cui erano i centrocampisti a confezionare i pacchi regalo per la Juventus, quest’anno i tifosi bianconeri stanno riscoprendo l’importanza degli attaccanti. In Svezia, ieri sera, sono stati Llorente e Tevez a travestirsi da corsari per abbattere la resistenza del Malmoe. All’Olimpico contro la Lazio, era stato sempre l’Apache ad affiancarsi nel tabellino a un enorme Pogba.

Se andiamo a guardare i marcatori di quest’anno, scopriamo poi che c’è anche Morata, importante finora soprattutto in serie A. Un’importanza, quelle delle punte, che è andata di pari passo al cambio di modulo da parte di Allegri, passato alla difesa a quattro, al rombo di centrocampo e al trequartista. A beneficiarne è stato soprattutto Tevez, a inizio stagione prolifico, ma giocando spesso lontano dalla porta.

Proprio l’argentino è già a quota 12 reti, di cui 9 in campionato. Si è sbloccato in Europa, sia in casa sia fuori. E si candida, ancora più che la passata stagione, a condurre la Signora per mano verso grandi traguardi. Fernando Llorente, come al suo primo anno in Italia, ci ha messo un po’ a carburare, ma adesso pare in buone condizioni. Come il suo connazionale Morata, ha messo il sigillo su quattro segnature. In tre, siamo a 20 reti.

Malmoe – Juventus 0-2 | Champions League | 26 novembre 2014

Gli altri gol sono così distribuiti: 10 da parte dei centrocampisti (Pogba 4, Vidal 3, Pirlo 2 e Marchisio 1), 3 da parte dei difensori (2 Lichtsteiner e 1 Bonucci). Lo score è completato dall’autorete di Biraghi alla prima giornata contro il Chievo e da quello di Roberto in Champions contro l’Olympiakos. In totale, siamo a 35 segnature finora, il 57,1% da parte dei centravanti di Madama, il 28,6% è invece di produzione del centrocampo, l’8,6% arriva dal reparto arretrato.

Con il cambio di modulo, Tevez ha già fatto quattro centri, Llorente tre e Morata due. Troviamo poi Pogba con tre reti, Pirlo e Lichtsteiner con una. Significa che gli attaccanti sono andati in gol 9 volte sulle 15 segnature totali della Juve nelle ultime partite (c’è sempre da considerare l’autorete del portiere Roberto, propiziata da Llorente). La percentuale sale dunque al 60 per cento. Il centrocampo resta in seconda posizione con il 26,7%. Lichtsteiner rappresenta i gol che arrivano da lontano, il 6,7% del totale. Le prossime gare, dal derby, ci diranno se questa tendenza verrà confermata.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →