Calciomercato Sampdoria: Ferrero chiama Balotelli

Il presidente Ferrero chiama Balotelli alla Sampdoria: “Da noi sarebbe tranquillo”, Raiola può facililtare lo scambio con Romero

Mario Balotelli potrebbe rinascere alla Sampdoria. Parola di Massimo Ferrero, presidente blucerchiato che manda chiari segnali all’attaccante che al Liverpool, che in Inghilterra fatica ancora ad ambientarsi. Rientrato contro il Manchester United dopo un lungo infortunio, il centravanti ex Milan e Inter non è riuscito ancora ad incidere e pare che dalle parti di Liverpool si siano già stufati di aspettarlo. Il suo agente, Mino Raiola, chiede tempo e nega che con i Reds possa esserci il divorzio già a gennaio, eppure qualcosa bolle in pentola.

Ieri Balotelli è stato sanzionato con una giornata di squalifica, un pesante multa e l’obbligo di partecipare ad un corso rieducativo: è la conseguenza del post razzista e antisemita pubblicato qualche settimana fa su Instagram. Potrebbe essere stata la goccia che fa traboccare il vaso, anche se il manager del Liverpool, Brendan Rodgers, continua a negare e conferma la fiducia nei confronti dell’attaccante italiano. Nei giorni scorsi, sono circolate voci di un possibile scambio con il portiere della Sampdoria, Romero, che guarda caso ha lo stesso agente di Balotelli, Raiola. La notizia è stata subito bollata come ‘fantamercato’, ma il vulcanico presidente Ferrero, non è affatto rassegnato.

Sinisa Mihajlovic, attuale allenatore della Sampdoria, conosce bene ‘Supermario’ per averlo visto crescere ai tempi in cui è stato all’Inter, prima come giocatore, poi come vice di Roberto Mancini. Lo stesso ‘Mancio’, in queste ultime settimane ha parlato più volte di Balotelli, ma riportarlo a Milano è troppo complicato e i tifosi nerazzurri si sono già espressi con cori molto eloquenti. All’Inter, il centravanti troverebbe un ambiente ostile, mentre alla Sampdoria potrebbe riscoprire il paradiso, parola di Massimo Ferrero:

“Balotelli è massacrato dai media. Deve ritrovare serenità, gli serve un club come la Samp. Se facesse un bagno di umiltà, noi siamo pronti”.

Lo scoglio, oltre alla questione cartellino, pagabile in parte con la cessione del portiere Romero, è rappresentato dall’ingaggio, di circa 6 milioni di euro a stagione.